Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione delle aziende: una rassegna dei principali criteri

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La valutazione delle aziende: una rassegna dei principali criteri **** medio termine, sull�andamento dei titoli azionari in Borsa e come metodo di controllo delle valutazioni condotte con le metodologie analitiche. Molte Investment & Merchant Banks e numerosi analisti finanziari se ne servono con tali finalit�. Si sta diffondendo l�opinione di coloro che ne consigliano un uso congiunto al DCF, in quanto ci� contribuirebbe a migliorare la qualit� delle stime. Due principali approcci si basano sull�osservazione del mercato: 1. Metodo delle società comparabili; 2. Metodo delle transazioni comparabili. Ci si occuper� di essi nel Capitolo 3 ove sar� trattato l�approccio di mercato. A questo punto, merita un cenno la contrapposizione tra prezzo e valore, tipica delle discipline aziendali. Il prezzo � una grandezza espressa dal mercato mentre il valore � il risultato di un processo logico di stima in cui intervengono previsioni di flussi, di quantit�- stock e giudizi sul rischio. Entrambi sono determinati da fattori esterni ed interni all�impresa. I primi rappresentano sia variabili generali (che caratterizzano l�intera economia di un Paese, ad esempio l�efficienza e l�efficacia dei mercati finanziari) sia variabili specifiche di settore. I secondi sono fenomeni pi� controllabili come l�apprezzamento del rischio, la previsione dei flussi, ecc.. Un primo motivo della dissonanza che si pu� manifestare tra prezzi e valore � riconducibile ad alcuni fattori, sia interni sia esterni, che influenzano il prezzo, ma non il valore. Ad esempio, in un settore caratterizzato da un�intensa dinamica di concentrazioni, i prezzi delle imprese pi� �appetite� possono risultare temporaneamente �gonfiati� dalla forte domanda, a prescindere dal loro effettivo valore. Una seconda spiegazione di questa possibile differenza � ravvisabile nei vari tipi di prezzo e nelle svariate modalit� di misura del valore esistenti. Ad esempio, i prezzi per il pacchetto di controllo di una societ� non sono uguali a quelli per quote minoritarie n� alle quotazioni di Borsa.

Anteprima della Tesi di Damiano Santarato

Anteprima della tesi: La valutazione delle aziende: una rassegna dei principali criteri, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Damiano Santarato Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8082 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 40 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.