Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La successione imprenditoriale e lo sviluppo di conoscenza nell'impresa familiare

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Questa definizione, accolta in passato dalla dottrina 4 , pare troppo restrittiva non considerando la possibilità di avere più famiglie detentrici del controllo e di considerare familiari anche le imprese dove il lavoro dei membri di una o più famiglie sono affiancati da manager professionisti. Questa sia pur troppo restrittiva definizione aiuta a mettere in evidenza due criteri, almeno uno dei quali si trova nelle differenti definizioni degli studiosi: 1. Il grado di controllo, sul capitale di rischio, di una o più famiglie legate fra di loro da legami di parentela o affinità; 2. Il grado di coinvolgimento dei membri appartenenti alla famiglia o alle famiglie nel lavoro dell’azienda. Il lavoro prestato può essere sia manuale che direttivo; La definizione precedente mette bene in evidenza, da un lato, il controllo totale del capitale da parte di una sola famiglia e, dall’altro, il coinvolgimento di tutti i membri nell’attività imprenditoriale. Rimuovendo le semplificazioni e accettando come rientranti nel novero delle imprese familiari anche altre fattispecie, si trovano le diverse definizioni di vari studiosi dell’impresa familiare. Dyer 5 pone l’accento su tutti e due gli aspetti quando scrive che “una impresa familiare è una organizzazione nella quale le decisioni riguardanti la proprietà e il management sono influenzate dalle relazioni con una famiglia o poche famiglie”. Schillaci 6 considera anch’essa i due criteri quando dice che “per impresa familiare si intende una attività imprenditoriale che possa intimamente identificarsi in una famiglia (od anche in più di una famiglia), per una o più generazioni. L’influenza della famiglia sull’impresa è legittimata dalla titolarità di tutto o parte del capitale di rischio ed esercitata anche attraverso la partecipazione di alcuni dei suoi membri al management”. 4 Cfr. G. Dell’Amore, Le fonti del risparmio familiare, Milano, Giuffré, 1962, in G. Corbetta, op. cit., 1995 5 W.G Dyer , Cultural Change in Family Firms, San Francisco, Jossey-Bass, 1986, in G. Corbetta, op. cit., 1995, p. 18 6 C. E. Schillaci, I processi di transizione del potere imprenditoriale nelle imprese familiari, Torino, Giapichelli, 1990

Anteprima della Tesi di Carlo Scarbolo

Anteprima della tesi: La successione imprenditoriale e lo sviluppo di conoscenza nell'impresa familiare, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Carlo Scarbolo Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7892 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 58 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.