Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La guerra civile in Grecia, il declino della potenza britannica e l'affermarsi dell'egemonia americana sull'Europa Occidentale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Dopo alcuni mesi di inutile attesa, nel marzo 1937 Londra rinnov� le pressioni economiche chiedendo che negli scambi commerciali greci fossero favorite le imprese britanniche; a giugno vi furono in Inghilterra anche palesi pressioni economiche da parte dei detentori di cedole obbligazionarie del debito pubblico greco. Il governo di Londra, pur chiedendo pi� garanzie economiche alla Grecia, non si mostrava altrettanto sollecito a soddisfare le sempre pi� pressanti richieste di sostegno economico avanzate da questa. La politica economica di Metaxas, dopo una prima fase di apparente miglioramento, era ulteriormente peggiorata, determinando nel paese un generale aumento dell�inflazione e del debito pubblico, con conseguente riduzione del potere d�acquisto delle masse. Un rapporto sull�economia greca del luglio 1938, redatto dal Dipartimento britannico per il commercio di oltremare, registrava un incremento negativo di quasi due terzi sul rapporto tra esportazioni ed importazioni, passate dalle 3.580.000 dracme del 1935 a 5.650.000 dracme nel 1937 12 . Malgrado tutto, il governo di Londra non si adoper� minimamente a sostenere l�economia greca al fine di migliorarne la bilancia commerciale, gi� pesantemente in passivo; significativo di tale disinteresse fu il rifiuto britannico di acquistare tabacco greco, uno dei principali prodotti agricoli ellenici. Gli inglesi motivarono il rifiuto affermando che il tabacco proveniente dal Commonwealth era pi� che sufficiente al fabbisogno della nazione. Le esitazioni inglesi non fecero altro che favorire la penetrazione economica dei tedeschi che ne approfittarono per rafforzare i propri legami con la Grecia. Gi� nel periodo 1936 - 1938 gli scambi con la Germania erano aumentati considerevolmente: nel 1938 il 30% delle esportazioni ed il 29% delle importazioni greche avvenivano con il 12 J.V.KOFAS, �Authoritarianism��, op.cit, pag.79

Anteprima della Tesi di Sandro Paciotti

Anteprima della tesi: La guerra civile in Grecia, il declino della potenza britannica e l'affermarsi dell'egemonia americana sull'Europa Occidentale, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sandro Paciotti Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2692 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.