Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La guerra civile in Grecia, il declino della potenza britannica e l'affermarsi dell'egemonia americana sull'Europa Occidentale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Nello scacchiere europeo questo periodo fu anche caratterizzato da un progressivo acuirsi dei contrasti tra le maggiori potenze europee, principalmente dovuto all�atteggiamento particolarmente aggressivo dei regimi di Hitler e di Mussolini. Il fallito tentativo di golpe in Austria del luglio del �34, sostenuto dai nazisti, e le mire italiane sull�impero etiopico, avevano messo in allarme il governo inglese circa le mire espansionistiche di Germania ed Italia. La prospettiva, tutt�altro che remota, che la Grecia stipulasse alleanze con Roma o con Berlino era un�ipotesi assolutamente inaccettabile per la diplomazia inglese, la quale cominci� ad adoperarsi per dare vita ad accordi di cooperazione con la Grecia al fine, soprattutto, di salvaguardare lo scacchiere Sud-orientale del Mediterraneo, area di vitale importanza per i traffici britannici verso il Medio Oriente. L�attacco italiano all�Etiopia dell�ottobre del �35 dette nuovo impulso alla politica di aperture della Gran Bretagna nei confronti della Grecia; in questa occasione il governo inglese si interess� pi� attivamente agli affari interni della nazione, abbandonando definitivamente il disinteresse manifestato negli anni precedenti. Gi� dal 1934 la politica di neutralit� inglese si era considerevolmente attenuata tanto che Grecia, Turchia, Yugoslavia e Romania, con il patrocinio dell�Inghilterra, pervennero il 4 febbraio del 1934 alla ratifica dell��Intesa Balcanica�, anche detta �patto balcanico�. In particolare, le nazioni firmatarie si impegnavano a garantire l�inviolabilit� delle reciproche frontiere nonch� ad avviare consultazioni in caso di minaccia allo �status quo�. L�intesa aveva anche lo scopo di contrastare i propositi di revisionismo territoriale bulgaro, incoraggiati dall�Italia, ritenuti dagli inglesi un pericolo per la stabilit� della regione. Nel corso del 1935, alla luce delle palesi mire espansive di Mussolini verso l�Etiopia e nell�ipotesi di un possibile conflitto in Africa orientale, la

Anteprima della Tesi di Sandro Paciotti

Anteprima della tesi: La guerra civile in Grecia, il declino della potenza britannica e l'affermarsi dell'egemonia americana sull'Europa Occidentale, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sandro Paciotti Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2692 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.