Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il commercio equo e solidale: indagine sugli acquirenti delle ''Botteghe del Mondo'' di Bari e provincia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il primo capitalismo usava soprattutto la forza-lavoro, l�energia muscolare dell�uomo; il capitalismo fordista aveva bisogno anche dell�intelligenza umana per mandare avanti le megaimprese, per organizzare la produzione e la distribuzione delle merci; il capitalismo della rivoluzione informatica abbisogna dell�anima dei lavoratori, dei quadri, dei dirigenti per vincere la sfida su scala mondiale. Uno dei pi� prestigiosi studiosi di organizzazione aziendale, F. Butera, sostiene che � necessario passare ad un�altra filosofia dell�agire imprenditoriale, e quindi dell�organizzazione delle imprese, che si fondi su questi quattro principi: a) la risorsa umana � strutturante l�organizzazione e non viceversa; b) i rapporti tra sociale ed economico sono capovolti, nel senso che solo una razionalit� adatta e non astratta assicura il successo economico; c) il concetto di sociale subisce un capovolgimento: �dal sociale quantitativo al sociale, anzi all�umano qualitativo�; d) il management rimane l�arte del calcolo, nell�ambito per� di sistemi complessi aperti, incerti, dai molteplici parametri (T. PERNA, 2000).

Anteprima della Tesi di Rosangelo Giampaolo

Anteprima della tesi: Il commercio equo e solidale: indagine sugli acquirenti delle ''Botteghe del Mondo'' di Bari e provincia, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Rosangelo Giampaolo Contatta »

Composta da 251 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2758 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.