Skip to content

Il falso in bilancio

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE XIII Dunque l�ipotesi-base � rappresentata da una contravvenzione seguita da un delitto caratterizzato dalla previsione del �danno patrimoniale ai soci o ai creditori� come evento 40 . Ma c�� di pi�: la fattispecie di danno � punibile soltanto qualora sia stata presentata querela 41 dai soci o dai creditori (beninteso, attuali), unici soggetti protetti dalla norma, costruita nel senso di un tradizionale delitto a tutela del patrimonio, con evidenti analogie con il reato di truffa 42 ; cosa tanto pi� singolare se si pensa che proprio nel delitto di cui all�art. 640 c. p. la procedibilit� � a querela fintantoch� non ricorra una circostanza aggravante. Tuttavia, in un�ottica patrimonialistica che ridimensiona la portata di interessi pi� generali come la trasparenza e la correttezza dell�informazione societaria 43 , il valore aggiunto in termini di disvalore sar� dato da quel falso che arreca una diminuzione, nelle forme del danno emergente o del lucro cessante, al patrimonio del singolo socio o creditore: in questi casi il legislatore ha concesso che anzich� lo Stato fosse una nicchia ristretta di danneggiati ad esprimere per il tramite della querela il bisogno di pena, costringendoli tra l�altro ad una scelta: o la ricerca di una transazione col consiglio d�amministrazione della societ� o l�esercizio della querela, col rischio di subire l�ulteriore danno derivante alla partecipazione o al credito dall�irrogazione di 40 Prendendo spunto da quanto stabilisce la Circolare Pres. Cons. Min., 5 febbraio 1986 nello scoraggiare la previsione di fattispecie contravvenzionali e di fattispecie aggravate delittuose, ALESSANDRI, ult. op. cit., 1548, sottolinea �il chiaro messaggio espresso dalla scelta di degradare l�illecito � base a contravvenzione. Anzi, poich� la stessa sorte tocca all�illegale ripartizione degli utili, , si pu� dire che le due architravi del diritto penale societario [�] sono relegate ai margini estremi del sistema penale, al labile confine con la depenalizzazione in illeciti amministrativi�. 41 Sugli ipotetici profili d�incostituzionalit� del regime di procedibilit� su querela per contrasto con la normativa comunitaria, si veda l�ampia indagine svolta da SOTIS, Obblighi comunitari di tutela e opzione penale: una dialettica perpetua?, in Riv. it. dir. proc. pen., 2002, 171. 42 Osserva MANNA, op. cit., 117, che �se, poi, si considera che il falso in bilancio � stato definito una truffa in incertam personam, collegandolo, invece, come attualmente avviene, al danno patrimoniale per i soci ed i creditori, si ha la riprova di come lo stesso ritorni ad essere una ipotesi di truffa in certam personam. Si ritorna cos� ad un diritto penale pre-illuministico, quando, con la figura romanistica dello stellionato, non si distingueva tra truffa e falso�. Mentre, a detta di SEMINARA, False comunicazioni sociali, falso in prospetto e nella revisione contabile e ostacolo alle funzioni delle autorit� di vigilanza, in Dir. pen. proc., 2002, 682 s., la modifica in senso patrimonialistico implica che �la fattispecie di truffa si � impossessata degli spazi che le erano sottratti dall�abrogato art.2621 n.1 c.c., rendendosi applicabile � secondo lo schema del concorso formale ex art.81 comma 1 c.p. � per ogni fatto lesivo verificatosi in pregiudizio dei �soggetti diversi dai soci e dai creditori� (art.2622 comma 2), con l�ulteriore conseguenza dell�inflizione della sanzione prevista per il reato pi� grave, aumentata fino al triplo, e comunque di uno slittamento in avanti del termine prescrittivo�. Nello stesso senso, DONINI, Abolitio criminis e nuovo falso in bilancio. Struttura e offensivit� delle false comunicazioni sociali dopo il d. lgs.11 aprile 2002, n.61, in Cass. pen., 2002, 1259. 43 Contestando la trasformazione del delitto ex art. 2621 n. 1 c.c. in contravvenzione, PEDRAZZI, In memoria del falso in bilancio, in Riv. soc., 2001, 1371: ritiene che in tal modo �il contenuto sostanziale (la ratio puniendi) ne esce banalizzato: quella che era l�aggressione di un fascio di interessi corposi, ancorch� diffusi, degrada nel comune modo di vedere a manifestazione di indisciplina, a disturbo epidermico della convivenza�. Di �bagatellizzazione� parla anche MUSCO, I nuovi reati societari, cit., 39.
Anteprima della tesi: Il falso in bilancio, Pagina 13

Preview dalla tesi:

Il falso in bilancio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Taraborrelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Teramo
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Giuseppe Montanara
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 171

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritto societario
diritto penale commerciale
falso in bilancio
false comunicazioni sociali
riforma diritto societario
tangentopoli
berlusconi
mani pulite
decreto legislativo 61/2002
diritto penale economia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi