Skip to content

Arte in Rete: il sito rhizome.org

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
IL PROBLEMA DELLA DEFINIZIONE DEI TERMINI 5 ~ Carolo Alessio ~ Di nuovo ritorna la questione dell’uso della tecnologia in maniera “significativa”: Tony Brown utilizza mezzi altamente sofisticati quale un collegamento ad Internet che interagisce con l’installazione proiettando immagini dallo schermo lungo le pareti dello spazio espositivo, ma avrebbe potuto benissimo realizzare la propria opera con tecniche più tradizionali, senza l’ausilio di mezzi che vengono giudicati come superflui, incapaci di aggiungere un senso al messaggio che nulla avrebbe perso anche se espresso con tecniche artistiche tradizionali. Possiamo dunque affermare, riallacciandoci alla definizione coniata da Tribe, che nemmeno in questo caso arte e tecnologia combaciano 12 : si escluderà quindi la definizione di new media art o si tenderà a considerare il lavoro come un prodotto new media particolarmente malriuscito? In un’intervista rilasciata da Benjamin Weil allo staff di Rhizome l’allora curatore del sito ada ‘web avvicinava il termine new media art a quei progetti multimediali che non generavano alcun oggetto, ma creavano una esperienza in grado di portare lo spettatore – utente ad avvicinarsi alla realtà da un punto di vista differente. The issue is not so much to produce a consumable object, as it is to create an experience, an interface for the viewser to be confronted to a different understanding of reality 13 . Il conflitto tra le forme più tradizionali d’arte che realizzano opere concrete a differenza della new media art che, nei suoi casi più estremi, vive solo all’interno di mondi virtuali, è molto sentito dalle comunità dei nuovi artisti per un duplice motivo. Da una parte l’immaterialità dei nuovi prodotti artistici, che ricorda le sperimentazioni più ardite degli anni sessanta e settanta, comporta conseguenze nel mercato dell’arte e, conseguentemente nel sistema di produzione delle opere stesse; dall’altro porta all’aumento delle tensioni tra il mondo dell’arte classico, il quale comprende anche il sistema delle gallerie, dei musei e delle riviste specializzate che promuovono l’arte contemporanea, ed il mondo della new media art. La soluzione ultima scelta da Mark Tribe per sbrogliare il nodo della matassa si concretizza definitivamente il gennaio 2002, quando il fondatore di Rhizome decide di includere nel proprio archivio di progetti d’artista una pluralità di artefatti dalla natura differente l’uno dall’altro: 12 Roger Malina coì definisce l’esposizione di Tony Brown: “This is […] 21 st century art in 19 th century clothing. Or maybe rather 19 th century art in 21 st century clothing.” Cfr. ibidem 13 Benjamin Weil, DIGITAL OBJECTS, 16 gennaio 1997, testo archiviato in Rhizome TextBase.
Anteprima della tesi: Arte in Rete: il sito rhizome.org, Pagina 12

Preview dalla tesi:

Arte in Rete: il sito rhizome.org

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Carolo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Luciano Caramel
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 239

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte
net art
internet
rhizome.org

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi