Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il teatro di Annibale Ruccello: mass media come nuovi attori

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Nonostante le energie e le risorse profuse, la cooperativa formata a Castellammare, non riusciva a decollare né ad avere i fondi sufficienti per garantirsi un’intera stagione. Da qui la scelta intelligente e opportuna di collegarsi ad un teatro, il Nuovo, già sala privilegiata del teatro di ricerca e di sperimentazione, nell’intento di dar vita ad un luogo stabile di produzione e ad una sede fissa della compagnia dove poter produrre e consolidare il proprio lavoro. 4 L’autore si rispecchia principalmente nell’esperienza artistica di Roberto De Simone con il quale collabora alle ricerche antropologiche ed accanto al quale seguirà l’intero allestimento della Gatta Cenerentola. Riguardo al rapporto con De Simone ed ai punti di contatto e contrasto con la sua drammaturgia, Ruccello dichiara: C’è il fatto che io ho lavorato con Roberto De Simone, anche se non in teatro, ma per le ricerche antropologiche, dal 1975 al 1978 […]. E poi c’è una scelta di De Simone che mi trova d’accordo: lui ha individuato consapevolmente una comunicazione che è più fonica che contenutistica. E i miei personaggi non comunicano mai per contenuti, comunicano per forme, per linguaggi. Anche se i miei linguaggi sono diversi da quelli di De Simone: lui tende ad un “musicale tornito”, io preferisco un “musicale scassato”, un musicale, diciamo, minimale, se vogliamo dargli una definizione più o meno corretta musicalmente. Tutto quello che avviene ai personaggi, avviene quasi esclusivamente con corpi e suoni, anche se poi c’è una trama. Ma i miei personaggi difficilmente diranno una frase epica, che faccia esclamare: “ ecco qui c’è il tema, il contenuto”. 5 4 Luciana Libero, Introduzione a Annibale Ruccello, Teatro, Guida, Napoli, 1993, p. 6. 5 Ruccello. Una drammaturgia sui corpi, in “Sipario”, n 466, marzo- aprile 1987.

Anteprima della Tesi di Manuela D'angelo

Anteprima della tesi: Il teatro di Annibale Ruccello: mass media come nuovi attori, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Manuela D'angelo Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5530 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.