Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Luz Das Letras - La luce delle lettere digitali per il salto brasiliano al postindustriale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Rifkin sottolinea due aspetti della “nuova economia dei servizi”, della “società postindustriale”, a suo giudizio trascurati dai futurologi e dallo stesso Daniel Bell. In primis la progressiva “trasformazione dei beni in servizi”. Poiché in molti settori si ha un eccesso di offerta con conseguente saturazione della domanda di quel bene, servizio, ai venditori non rimane che cercare di cedere più prodotti diversi (o gli “aggiornamenti”, le “evoluzioni” dello stesso) ad un solo consumatore, col quale si deve avere un rapporto prolungato, piuttosto che un solo prodotto a più consumatori possibili. Di conseguenza si impone un ripensamento del tradizionale rapporto “venditore-compratore” nei termini di “fornitore-cliente”, con il primo che si impegna nel continuo miglioramento (tramite la ricerca) delle forniture, garantendone la vendita allo stesso prezzo, in cambio della condivisione del risparmio ottenuto dal secondo nella gestione delle scorte che diminuiscono per il carattere innovativo e qualitativo del prodotto acquistato. Diviene così “necessario” il gain-sharing, la condivisione di guadagno, assieme alla partnership, per la condivisione del rischio derivante dall’operare in mercati saturi e “turbolenti”. Questo processo è strettamente connesso con l’altra evoluzione non prevista, costituita dal “cambiamento della natura dei servizi”. Tradizionalmente considerati come semplici beni fisici scambiabili nel tempo e nello spazio sul mercato, con l’avvento del commercio elettronico, i servizi vengono reinventati: diventano appunto relazioni poliedriche a lungo termine tra fornitori e clienti. Si regalano ad esempio telefonini per vendere prolungatamente nel futuro servizi annessi ad esso, ma per l’instaurazione di questo rapporto di “marketing relazionale” è necessario un calcolo del life-time value, della prospettiva di consumo del singolo nel tempo e questa operazione risulta possibile solamente tramite un’acquisizione sistematica di informazioni sugli stili di consumo dei potenziali clienti. In realtà, come sottolineato dallo stesso autore, le imprese conoscono molto di più del customer di quanto questo possa immaginare tramite i cosiddetti “anelli di feedback” e i “codici a barre” ed attualmente esso risulta avere un limitato potere di rivendicazione del diritto di copyright sui propri dati personali. Il marketing diviene così più importante della produzione stessa, in mercati sempre più saturi dove, a partire soprattutto dagli anni Ottanta e Novanta, la chiave di sopravvivenza è costituita dalla “personalizzazione”.

Anteprima della Tesi di Diego Riccardi

Anteprima della tesi: Luz Das Letras - La luce delle lettere digitali per il salto brasiliano al postindustriale, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Diego Riccardi Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1566 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.