Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Esistenzialismo e ateismo in Jean Paul Sartre

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 La gran folla di persone che assiste a questa conferenza, svoltasi nella Salles des Centraux, attende la di quella che avrebbe dovuto essere l’enciclopedia dell’esistenzialismo; al centro dell’attenzione di una ressa di interessati, Sartre, tenendo svogliatamente le mani in tasca, inizia ad esporre le sue idee, le sue affermazioni con quel suo modo d’essere che ha fatto di lui la figura emblematica di intellettuale inquieto vivente nell’oscuro periodo tra le due guerre. Scrive Safranski “[…] Non soltanto in Francia, dopo questa conferenza, non ci fu un giorno in cui non si facesse parola o non si facesse citazione di Sartre o dell’esistenzialismo. […]” 9 Nell’autunno del 1945 la fama del filosofo tedesco Martin Heidegger sta per arrivare in Francia mentre Sartre è già assai noto in Germania; entrambi, tuttavia, nutrono una forte ammirazione reciproca, già prima del loro incontro avvenuto nel 1952, a Friburgo. Sartre è elettrizzato dalle descrizioni fattegli della fenomenologia ed Heidegger, dal canto suo, cerca un dialogo, anche filosofico, con il 9 Rüdiger Safranski, cit, p. 429

Anteprima della Tesi di Silvia Zanini

Anteprima della tesi: Esistenzialismo e ateismo in Jean Paul Sartre, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Silvia Zanini Contatta »

Composta da 227 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8254 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.