Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tra arte e graphic design

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Nei primi numeri le immagini dominanti sono quelle di gnomi ed elfi, simboleggianti il mondo dell’oscurità e dell’inconscio, oppure giovani, spesso a cavallo, che richiamano l’idea di rinascita. Il cavallo stesso, simbolo presso numerose popolazioni del mondo ctonio, è stato identificato dalla psicoanalisi come rappresentazione dello psichismo inconscio. Anche i paesaggi, quasi sempre primaverili, si allacciano all’ideale della giovinezza. Nelle immagini, soprattutto di copertina, si trova dunque un preciso richiamo al messaggio di rinnovamento culturale dello Jugendstil. La risonanza grafica è molto forte. Si nota dunque un’evoluzione dello stile grafico del periodico che, pur mantenendo il titolo “Jugend” non può fare a meno di subire le influenze artistiche e culturali della Monaco del primo decennio del Novecento. La rivista appare meno significativa proprio nel momento in cui perde quella esplicita intenzione artistica (“Kunstwollen”) che ha caratterizzato i primi anni di pubblicazione. Negli ultimi anni, per mancanza di un programma grafico e stilistico coerente essa assume le sembianze, soprattutto in copertina di una comune rivista d’arte, costume e cultura d’impostazione generalista.

Anteprima della Tesi di Stefania Cima

Anteprima della tesi: Tra arte e graphic design, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Stefania Cima Contatta »

Composta da 485 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 26286 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.