Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Contagio e interdipendenza nei mercati finanziari: aspetti metodologici ed evidenza empirica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 9 CAPITOLO 1: Come verificare l’esistenza di contagio La letteratura empirica che studia l’esistenza di contagio è molto ampia 1 . Differenti approcci sono stati utilizzati per misurare la trasmissione degli shock e per verificare l’esistenza di contagio. In questo capitolo verranno introdotte le metodologie maggiormente utilizzate, verranno presentate le intuizioni che stanno alla base di ognuna di esse e verranno riportati esempi dei risultati raggiunti attraverso l’applicazione di ciascun approccio. 1.1 Test basati sui coefficienti di correlazione Tali test sono i più intuitivi. Essi misurano il coefficiente di correlazione tra due mercati durante un periodo stabile e, poi, verificano statisticamente un significativo aumento in questa correlazione dopo uno shock: se il coefficiente di correlazione aumenta significativamente, ciò suggerisce che il meccanismo di trasmissione tra i due mercati è cambiato e c’è stato contagio. Molti studi che stimano la correlazione tra mercati trovano evidenza di ampi co-movimenti nei tassi di interesse, nei prezzi azionari o negli spread dei titoli di stato. In uno dei primi lavori in materia, King e Wadhwani (1990) applicano questa metodologia al crollo del mercato azionario statunitense del 1987: gli autori studiano la presenza di un significativo aumento nei coefficienti di correlazione tra gli Stati Uniti, il Regno Unito e il Giappone e trovano che i coefficienti di correlazione aumentano significativamente dopo il crollo di Wall Street. Lee e Kim (1993) estendono questa analisi a 12 mercati e trovano un’ulteriore evidenza di contagio: il coefficiente di correlazione medio 1 Una vasta rassegna di questa letteratura è presente in Claessens, Dornbush e Park (2001), in Forbes e Rigobon (1999) e in Baig e Goldfajn (1998).

Anteprima della Tesi di Marco Negri

Anteprima della tesi: Contagio e interdipendenza nei mercati finanziari: aspetti metodologici ed evidenza empirica, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Negri Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1448 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.