Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Diritti umani e politica estera irlandese nel secondo dopoguerra

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 lotta al terrorismo ed è stato introdotto il bilinguismo (gaelico ed inglese) per l’indicazione delle strade. Nelle elezioni del 1987 esce nettamente vincitore il partito conservatore Fianna Fail con a capo Haughey. Nel maggio dello stesso anno un referendum approva con quasi il 70% dei voti l’Atto Unico Europeo. Il cambio alla guida del governo però, non ha arrecato nessun miglioramento né sul piano economico, né su quello della stabilità politica. Anche in politica estera si sono manifestati i vecchi problemi, in particolare quelli legati al rapporto con la Gran Bretagna riguardo la questione dell’Irlanda del Nord. I maggiori problemi Haughey li ha avuti in politica interna perché, non avendo ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi nelle elezioni del 1987, è stato più volte messo in minoranza. Gli anni novanta sono iniziati con l’Irlanda alla presidenza della CE: si è trattato di un semestre (gennaio-giugno 1990) molto attivo, anche se la gestione è stata più tecnica che politica, dal momento che tutte le decisioni importanti sono state prese nella precedente gestione francese o in quella successiva italiana. Nel 1990 viene eletta a Presidente del paese Mary Robinson (1990-1997), la quale, nonostante i limitati poteri riservati al ruolo da lei ricoperto, riesce ad influenzare la politica sociale del governo, portando un’aria di rinnovamento su questioni come il divorzio, l’aborto e i diritti degli omosessuali. L’aspetto però più considerevole del ruolo svolto da Mary Robinson, sta proprio nella elezione a presidente della repubblica di una donna, la prima donna che ha assunto questo ruolo, per di più giovane, molto professionale ed affermata nel suo campo accademico. L’eccezionalità dell’evento è stata interpretata dal paese come l’affermazione del ruolo della donna alla vita pubblica.

Anteprima della Tesi di Monia Donati

Anteprima della tesi: Diritti umani e politica estera irlandese nel secondo dopoguerra, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Monia Donati Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1632 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.