Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Identità digitale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

panni degli adulti che lo circondano e ne riproduce le attività, utilizzando il loro linguaggio. In questo processo egli si percepisce altro a se stesso ed ha quindi la possibilità di auto-osservarsi da un particolare punto di vista. Questo è un processo lento e graduale eppure complesso, sebbene non ancora strutturato in una forma articolata di gruppo (game) nel quale, oltre ad assumere vari atteggiamenti, il bambino deve aver raggiunto la capacità di comprendere i comportamenti altrui e, se richiesto, assumerne i ruoli stessi. Di conseguenza il punto di vista muta e da personale diventa sovrapersonale dando luogo così all’interiorizzazione della condotta della comunità di appartenenza. Il gruppo, così come elaborato dal soggetto, è denominato da Mead 24 Altro generalizzato: una forma di autoregolazione intrinseca che si forma durante il processo di socializzazione, e che permette all’attore di muoversi all’interno della società con relativa facilità. E’ attraverso questo mezzo che "l’individuo fa propri gli atteggiamenti sociali organizzati del suo gruppo in relazione alle diverse possibili situazioni sociali" 25 . Potremmo immaginare l'Altro generalizzato come uno “specchio globale” 26 in cui ogni individuo ha la possibilità di vedere riflesse le proprie espressioni verbali al fine di dar loro un significato generale; in virtù di questa capacità della mente, le parole assumono lo statuto di universali suscitando in ognuno lo stesso atteggiamento, e ciò non avrebbe luogo senza questa struttura mentale adibita a far assumere il punto di vista di tutti; Mead così scrive: Se un dato individuo deve sviluppare un “Sé” nel senso più completo, non gli è sufficiente assumere semplicemente gli atteggiamenti che gli altri esseri umani tengono nei suoi confronti e nei confronti dell’altro all’interno del processo sociale umano, né trasportare quel processo sociale, visto come una totalità, nella sua esperienza individuale semplicemente in questi termini: invece, deve 24 Si veda in particolare U. Galimberti, Dizionario di psicologia, Torino, Utet, 1992, p. 36. 25 Cfr. M. A. Toscano (a cura di), Introduzione alla sociologia, op. cit., p. 405. 26 Cfr. R. Collins, Quattro tradizioni sociologiche, Bologna, Zanichelli, 1996, p. 188.

Anteprima della Tesi di Luciana Ferretti

Anteprima della tesi: Identità digitale, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Luciana Ferretti Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8149 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.