Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Identità digitale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

anche, allo stesso modo (...) assumere gli atteggiamenti degli altri individui nei confronti dei diversi momenti o aspetti della comune attività sociale... di quelle società organizzata o di quel gruppo sociale considerato come un tutto organico, (...) e agire nei confronti delle diverse attività sociali che di volta in volta il gruppo sociale intraprende (...). L’inserimento delle attività più generali di ogni dato complesso generale o di ogni società organizzata, in quanto tali, all’interno del campo di esperienza di ciascuno degli individui implicati o compresi in quel complesso sociale, è, in altre parole, la condizione essenziale e indispensabile dello sviluppo al più alto grado di completezza del “Sé” 27 . Quindi l'uomo interpreta una varietà di ruoli differenti in relazione a soggetti e gruppi diversi; ciò potrebbe suggerire una forma di frammentazione del sé che invece mantiene la propria unità utilizzando, nel processo d'interazione, due distinti livelli l'uno soggettivo (l'Io) e l'altro oggettivo (il Me). Citando una metafora di Collins: "Si può dire che il sé è una specie di scacchiera sulla quale il “me” (in realtà parecchi “me”) sono le pedine, l’ “io” è il giocatore che fa le mosse e “l’altro generalizzato” la lampada che illumina la tavola facendo in modo che le mosse siano comprensibili" 28 . L’Io e il Me 29 si alternano di continuo durante la condotta, tant’è che in un determinato frangente il soggetto agisce come Io "rispondendo a situazioni, persone, oggetti" 30 ; in un momento successivo egli può utilizzare la parte di sé oggettivata per rispondere a situazioni che necessitano di una risposta mediata dalla seppur brevissima esperienza. Il Me rappresenta la fase in cui l'essere umano si considera come oggetto degli atteggiamenti che gli altri hanno nei suoi confronti, e a cui egli risponde con la parte soggettiva del sé che risulta essere 27 G.H. Mead, Mente, sé, e società, op. cit., pp. 170-171. 28 Cfr. R. Collins, Quattro tradizioni sociologiche, op. cit., p. 188. 29 Io e Me sono intesi come stati di coscienza e non come entità concrete. 30 A. Palmonari - F. Carugati - P. E. Ricci Bitti - G. Sarchielli, Identità imperfette, op. cit., p.156.

Anteprima della Tesi di Luciana Ferretti

Anteprima della tesi: Identità digitale, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Luciana Ferretti Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8135 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.