Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Identità digitale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Vi è inoltre un Me sociale, o meglio ve ne sono tanti quante sono le opinioni che i gruppi (famiglia, ambito professionale, conoscenti in genere e così via) a cui l'individuo può fare riferimento nella sua vita nutrono nei suoi confronti. James scrive in proposito: "un uomo ha molti Sé sociali quanti sono gli individui che lo riconoscono e ne portano l’immagine nella loro mente" 14 . Il terzo aspetto del Self come oggetto è un Me spirituale, descritto come l'intera collezione degli stati di coscienza, delle facoltà psichiche e delle disposizioni prese in modo concreto; il Me spirituale consiste nella comprensione dell'individuo stesso di come sente, pensa, agisce e compie esperienza di vita. In questa sede sono poste la maggior parte delle attribuzioni psicologiche compiute dal Self, la comprensione dei propri tratti, motivazioni, valori, credenze, desideri e paure. Per quanto concerne il Self inteso in senso soggettivo, si può affermare che esso rappresenta la parte conoscente in azione in un certo istante. Del resto l'individuo muta da un momento all'altro, e l'Io è uno di questi momenti in un flusso di conoscenza. Ogni istante successivo incorpora informazioni di quello precedente. L'esperienza è compiuta attraverso lo scorrere della consapevolezza, suggerendo così all'Io continuità e permanenza. L' Io interpreta e struttura l'esperienza, il Me è strutturato ed esperito. Nonostante il promettente inizio di James, gli studi sul sé non si sono sviluppati per lunghi anni durante i quali predominava il paradigma comportamentista. I primi esponenti di tale impostazione miravano alla costituzione di una scienza che avesse la stessa "dignità" delle scienze naturali, e ritenevano più deontologico non considerare aspetti dell'uomo che non fossero sottoponibili ad un'analisi accuratamente sperimentale. Per comprendere il radicale cambiamento di prospettiva metodologica basti il riferimento alla definizione che Watson ha dato di personalità: la "Personalità è 14 "a man has as many social selves as there are individuals who recognize him and carry an image of him in their minds" Cfr. D. P. McAdams, The person. An introduction to personality psychology, op. cit., p. 538.

Anteprima della Tesi di Luciana Ferretti

Anteprima della tesi: Identità digitale, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Luciana Ferretti Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8135 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.