Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicare l'immagine di eccellenza - Il caso Ferrari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Infine, come terza area, abbiamo la product image, che comprende sia le caratteristiche reali sia il “vissuto” che il prodotto ha presso il pubblico, ossia l’insieme di pregiudizi, opinioni, informazioni ed esperienze attorno ad esso. A queste tre aree se ne può aggiungere una quarta di carattere più generale, come ad esempio l’immagine del “marchio di qualità” del made in Italy o quello del settore merceologico di riferimento. Vedremo come l’azienda Ferrari dia un contributo importante proprio all’immagine del made in Italy e, quindi, dell’industria automobilistica italiana. Talvolta l’immagine aziendale si manifesta più fortemente in una di queste quattro aree e in maniera più sfumata nelle altre. Le aziende di successo come la Ferrari, di solito, sono le più attente ad equilibrare l’attenzione su ciascuna di queste quattro aree. E’ importante aggiungere, poi, che l’immagine aziendale segue sempre un percorso evolutivo contrassegnato dall’alternarsi di continuità e discontinuità, coerenza e ambiguità. Tutto ciò richiede perciò un continuo monitoraggio di controllo da parte delle aziende stesse, pena la perdita dell’immagine e dell’identità aziendale. A tal proposito sarebbe interessante andare a rilevare come si è evoluta col trascorrere degli anni l’immagine dell’azienda, oggetto della nostra analisi. Proseguendo questo discorso dobbiamo aggiungere che la centralità dell’immagine è situata soprattutto nel processo di sviluppo dell’impresa. Un’immagine forte e attrattiva come quella della Ferrari, infatti, può facilitare il compito delle attività di comunicazione volte a generare sia consensi commerciali che sociali. A livello interno dell’azienda, poi, l’immagine efficace può generare tensioni costruttive che però sono funzionali alla costruzione di un’identità reale anch’essa forte e attrattiva. Per chiarire meglio la natura dell’immagine aziendale c’è da ricordare, infine, che essa è sostanzialmente composta da due ordini di fattori: di tipo emotivo (soft) e di tipo logico-razionale (hard). Il primo tipo comprende soprattutto gli atteggiamenti, la cultura, i sentimenti, il clima e l’identità dell’impresa. Il secondo ha a che fare con fattori quali la validità e il costo di un prodotto, la rete di distribuzione, l’estensione dei mercati o la tecnologia. Nel corso della tesi, osservando l’importanza che questi due fattori conferiscono all’immagine aziendale della Ferrari, potremo dire se prevalgano

Anteprima della Tesi di Valerio De Luca

Anteprima della tesi: Comunicare l'immagine di eccellenza - Il caso Ferrari, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Valerio De Luca Contatta »

Composta da 294 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 19446 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 57 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.