Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Maurizio Ponzi. Tra arte e mestiere

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

quelle rappresentazioni, aggiunge un tassello alla sua sensibilità di artista che inconsapevolmente si sta formando. Al Teatro delle Arti, Visconti mette in scena La Contessina Giulia di Strindberg, con Massimo Girotti, Lillà Brignone e Ave Ninchi. Il giovanissimo Ponzi ne rimane folgorato ma ci ritorna una seconda volta per capire meglio la ragione di quella folgorazione. La regia di Visconti gli appare indubbiamente impeccabile ma in realtà è la presenza sulla scena di Ave Ninchi a colpirlo maggiormente: [...] per me era la moglie di Fabrizi nei film comici. Vedere Ave Ninchi fare Strindberg a teatro mi illuminò su cosa volesse dire fare l’attore. Quella cosa mi marcò molto. 3 Non è tutta la messa in scena, dunque, a colpirlo, ma un elemento di essa: la recitazione. Continuando a frequentare i teatri affina un marcato interesse anche per un altro aspetto che fin da subito gli appare di fondamentale importanza: la scenografia. La sua attenzione cade sempre su come lo scenografo abbia curato la scenografia nei cambi di scena, non mancando di essere critico nei confronti di stravolgimenti scenografici rispetto alle didascalie indicate dall’autore: Se avessi fatto il regista teatrale avrei rispettato il testo e questo mi avrebbe messo automaticamente fuori gioco, mi avrebbe fatto sembrare sorpassato. 4 3 Tratto dalla conversazione non inserita.

Anteprima della Tesi di Gaetano Buompane

Anteprima della tesi: Maurizio Ponzi. Tra arte e mestiere, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Umanistiche

Autore: Gaetano Buompane Contatta »

Composta da 234 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1778 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.