Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il tempo, un mistero da esplorare: analisi sociologica al concetto di tempo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

tempo. (Gasparini; 1986). Comprendere che cosa sia il tempo, e organizzarlo è un esigenza inevitabile soprattutto nelle società, in un convivio di uomini. Durkheim non ha mancato di osservare che un individuo isolato potrebbe a rigore ignorare che il tempo scorre, e ritrovarsi incapace di misurare la durata; il tempo diviene una componente di cui non ne si può fare a meno nella vita in società, la quale implica che tutti gli uomini si accordino sui tempi e le durate, e conoscano bene le convenzioni di cui queste sono oggetto. (Jedlowski 1996: 97). Lo studio sul concetto di “tempo” è stato, quindi, principalmente studiato dalla fisica e solo in un secondo momento la sociologia presta la sua attenzione. Il tempo, quindi, può essere studiato partendo dalla suddivisione in due diversi tipi: il tempo fisico e quello sociale. Nel primo caso il tempo sembra essere un aspetto della “natura fisica”, una delle variabili immutabili che i fisici hanno il compito di misurare e che, in quanto tali, hanno un ruolo decisivo nelle equazioni matematiche che rappresentano simbolicamente le “leggi” di natura.

Anteprima della Tesi di Giovanna Fasano

Anteprima della tesi: Il tempo, un mistero da esplorare: analisi sociologica al concetto di tempo, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giovanna Fasano Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8509 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.