Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il fondamento della tolleranza religiosa nell'ordinamento italiano e negli atti e documenti dell'Unesco

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Infatti elaborando una concezione della tolleranza che avvicinasse religione e morale condannava le persecuzioni commesse in nome della religione e del cristianesimo facendo propria l’idea di una tolleranza universale che includesse non solo cristiani ma anche ebrei, musulmani e pagani 19 . Da ciò derivava la polemica di Bayle contro il dogmatismo e contro la pretesa di imporre con la forza convincimenti religiosi e dunque nel costringere la coscienza del singolo individuo 20 . Ogni coscienza benché errante tende alla verità e pertanto Bayle giungeva ad attribuire a questa la stessa dignità che si attribuiva alla coscienza esatta. Tutte le opinioni e tutte le credenze erano per Bayle espressione di una libertà e come tale doveva essere rispettata perché essa rivelava la dignità dell’uomo 21 . Bayle si spinse sino ad affermare che una società atea non si 19 Cfr. BAYLE P., Commentaire philosophique, in Oeuvres Diverses, t.II, La Haye 1727, II parte, cap. VII. 20 La polemica di Bayle è rivolta nei confronti del versetto luchiano “compelle intrare” o “ coge intrare”. Su tale versetto varie sono state le interpretazioni nel corso dei secoli precedenti a quelli in cui visse Bayle e successivamente la polemica venne ripresa dallo stesso Voltaire che criticherà (come vedremo in seguito) l’interpretazione data da Bayle. Evidentemente Bayle si rifà alla interpretazione data prima da Agostino e successivamente ripresa da Tommaso d’Aquino che utilizzarono tale versetto per giustificare la violenza e le stesse crociate contro gli eretici (nel caso di Agostino per giustificare l’intervento del potere statale contro la setta dei Donatisti dell’Africa settentrionale). Cfr. AA.VV., L’eresia medievale, cit., pp.37-39. 21 Cfr. ZARKA Y.C., La tolerance: force et fragilitè de la modernitè, in AA.VV., La tolerance aujourd’hui- document de travail pour le XIX congrès mondiale de philosophie (Moscou, 22-28 aout 1993), UNESCO, Paris, 1993,pp.37-46.

Anteprima della Tesi di Leonardo D'alessandro

Anteprima della tesi: Il fondamento della tolleranza religiosa nell'ordinamento italiano e negli atti e documenti dell'Unesco, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Leonardo D'alessandro Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6314 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.