Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il principio responsabilità di Hans Jonas. Il confronto di H. J. con la scienza contemporanea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il principio Responsabilità di Hans Jonas. Il confronto di H.J. con la scienza contemporanea. pag. 11 metodi scientifici, oppure devono essere dichiarati privi di senso. Pensiamo al problema dell'esistenza del mondo esterno, ossia se il mondo esterno sia una realtà trascendente al di là della natura empiricamente data: l'esistenza di questo mondo, per i neo empiristi, non fa nessuna differenza nei confronti dell'esperienza effettiva; essa non è verificabile empiricamente e come tale quindi è priva di senso. Così anche il problema della presenza degli scopi in natura è per i neo empiristi non verificabile in base all'esperienza e quindi come tale privo di senso. Non solo, ma il neo empirismo ha quasi unanimemente negato all'etica, come scienza della morale, il carattere di una disciplina razionale. In definitiva il dominio della morale è riportato a quello delle emozioni, per cui rimanendo nel linguaggio di Carnap le proposizioni dell'etica sono pseudoproposizioni. Nell'ambito della filosofia analitica, che corrisponde ad un altro indirizzo di pensiero nel seno del neo empirismo, parallelo a quello del positivismo logico, l'unico che si è distaccato da questo orientamento è stato R.M.Hare che ha insistito sulla possibilità che al discorso morale spetti la stessa validità del discorso scientifico. 9 9 Non è questa la sede per una trattazione sul pensiero di Hare, per cui rimandiamo alle tesi di R.M.HARE,Libertà e ragione, 1963 in cui Hare insiste sulla universalizzabilità che i giudizi morali condividono con quelli descrittivi, e sulla possibilità di metterli alla prova attraverso il tentativo di confutarli.

Anteprima della Tesi di Giovanni Cuomo

Anteprima della tesi: Il principio responsabilità di Hans Jonas. Il confronto di H. J. con la scienza contemporanea, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giovanni Cuomo Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16776 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.