Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi comunicative e cooperative in un ambiente virtuale condiviso

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 CAPITOLO 1 LA REALTÀ VIRTUALE 1. 1. LA STORIA DELLA REALTÀ VIRTUALE Non è facile datare l’inizio del fenomeno “Realtà Virtuale” (Virtual Reality o VR) nel tempo come è avvenuto per altre invenzioni tecnologiche. La realtà virtuale, infatti, è un insieme di più invenzioni nel campo della cibernetica. La prima intuizione, sembra strano a dirsi, la ebbe un produttore cinematografico, Morton Heilig, che nei primi anni ’60 creò un dispositivo virtuale, il Sensorama Simulator. Questo prototipo era composto da un video tri- dimensionale (3D), da un apparecchiatura per il suono stereofonico, da ventilatori che simulavano il vento e da alcuni diffusori che disperdevano odori. Questo simulatore utilizzava quattro dei cinque sensi dell’uomo per rappresentare dei filmati, ad esempio, che simulavano una corsa in motocicletta con la sensazione di vento o filmati che riproducevano altre situazioni reali e le caratteristiche sensoriali in queste rappresentate (Tate, 1996). Le simulazioni del Sensorama erano ancora ‘grezze’ e limitate, e solo alla fine degli anni ’60 inizi anni ’70 Ivan Sutherland, considerato negli Stati Uniti il padre della computer grafica, ideò in collaborazione con la sua equipe del Massachusetts Institute of Tecnology, il primo caschetto immersivo (Head Mounted Display, HMD). Questo dispositivo era composto sia da schermi catodici posizionati ai lati del casco che, tramite un gioco di specchi, facevano in modo che l’immagine si riflettesse verso gli occhi dell’utilizzatore sia da un

Anteprima della Tesi di Laura Bua

Anteprima della tesi: Analisi comunicative e cooperative in un ambiente virtuale condiviso, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Laura Bua Contatta »

Composta da 138 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1614 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.