Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Prospettive di sviluppo nel mobile commerce

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 decennio, infatti, furono introdotte le prime vere reti di telefonia mobile aperte ad un ampio pubblico d’utenti. Se oggi il telefono cellulare è un elemento essenziale nella vita di tutti i giorni, sia in ambito privato che commerciale, fino all’avvento del sistema radio-cellulare l’acquisto di un telefono da auto risultava assai arduo. La ragione principale risiedeva nel limitato numero di canali allocati ai telefoni mobili, che consentiva solo poche conversazioni simultanee. I sistemi non cellulari, tipo radio e TV, effettuano trasmissioni di tipo broadcast. Essi utilizzano trasmettitori di elevata potenza in grado di coprire l’intero territorio di riferimento, portandosi tuttavia con sé un cronico problema: se gli utenti non sono pochissimi ne scaturisce un enorme fabbisogno di frequenze radio, difficilmente reperibili. I sistemi cellulari, invece, applicano la tecnica del riutilizzo delle frequenze. Le stesse frequenze vengono cioè reimpiegate più volte, in luoghi differenti e sufficientemente lontani tra loro. Il principio è molto semplice: il territorio viene suddiviso in celle, ciascuna dotata di propria stazione radio in grado di trasmettere su un determinato numero di frequenze, diverse rispetto a quelle utilizzate dalle celle limitrofe onde evitare interferenze. Il sistema funzionerà nel momento in cui le diverse celle adiacenti faranno uso di trasmettitori di ridotta potenza in grado, da un lato, di garantire la copertura dell’intera area di traffico e, dall’altro, di evitare interferenze con le celle confinanti. L’ampiezza e la forma delle cellule non sono standard. Teoricamente queste possono essere immaginate di forma esagonale, anche se nella realtà la loro struttura presenta geometrie irregolari, causa la non omogenea propagazione del segnale radio dovuta principalmente alla presenza di ostacoli fisici, oltre che alla diversa densità abitativa del territorio di riferimento. Come in precedenza accennato, la straordinaria peculiarità dei sistemi cellulari risiede nella possibilità di riutilizzo delle frequenze, in zone ed area diverse, lontane comunque abbastanza da ridurre al minimo le interferenze e i rumori di canale.

Anteprima della Tesi di Andrea Cenci

Anteprima della tesi: Prospettive di sviluppo nel mobile commerce, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Cenci Contatta »

Composta da 230 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2024 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.