Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Prospettive di sviluppo nel mobile commerce

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 La Grande Rete, com’è comunemente detta, non rappresenta solo un’occasione di svago, divertimento o interesse per i privati, bensì anche una nuova ed interessante sfida di business per le imprese. Rinunciare ad entrare in Internet, per un’azienda, può voler significare l’abbandono di qualsiasi prospettiva di sopravvivenza nel mercato moderno. Il fenomeno è ormai globale e capillare nello stesso tempo. La strada più semplice e redditizia seguita dalle imprese italiane ed estere è rappresentata dall’ampliamento del mercato di riferimento, mediante la diversificazione del proprio contesto d’operatività al traffico virtuale. In una sola parola: E-Commerce. Le definizioni, a tal proposito, sono innumerevoli. Una delle più gettonate recita: Il commercio elettronico è costituito da operazioni che coinvolgono imprese ed individui, mirate allo scambio di beni materiali o immateriali, ai quali è assegnato un valore economico, attraverso un’infrastruttura informatica o una rete di telecomunicazioni. (www.infotel.it, 2002) Il dato sopraccitato, nonostante soggetto ad un andamento crescente, non è purtroppo sufficiente a sostenere il decollo del commercio elettronico in Italia, per varie ragioni, sia di carattere strutturale sia di carattere culturale/psicologico. Il dato sopra proposto, infatti, descrive esclusivamente il numero d’accessi giornalieri alla Rete, evidenziando, in tal modo, solo l’aspetto quantitativo e non qualitativo del fenomeno. Solo 10,6 milioni sono, infatti, i fedelissimi della Rete Internet, quale immancabile strumento all’interno della propria quotidianità, i cosiddetti “internauti”. (www.e-com-quality-mark.it, Stabile, da dati Nielsen, 2001) Il commercio elettronico da postazione fissa, dunque, non può che fare affidamento su quest’ultimo dato, quale reale dimensione della domanda di riferimento.

Anteprima della Tesi di Andrea Cenci

Anteprima della tesi: Prospettive di sviluppo nel mobile commerce, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Cenci Contatta »

Composta da 230 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2026 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.