Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'informatica esposta al museo: analisi e prospettive

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

inglese Alan Turing, che se ne occupa in un saggio riguardante un automa astratto, la cosiddetta macchina di Turing, capace di elaborare informazioni sulla base di un programma composto da regole. A partire da questi principi si svilupperanno molti progetti importanti, fra cui quello dell’Univac, che inaugura la commercializzazione in campo civile. La sua ideazione è direttamente influenzata non solo dall’EDVAC, ma anche dall’EDSAC (1949) e dal Manchester Mark I, il primo computer funzionante al mondo. Il primo programma registrato mai usato su un computer è eseguito il 21 giugno 1948 e si occupa della ricerca dei fattori primari. La seconda generazione (dagli anni ‘50 alla prima metà degli anni ‘60) Nel 1947 tre scienziati della Bell Corporation mettono a punto il transistor, dispositivo elettronico costituito da un cristallo di silicio o germanio in cui vengono introdotti atomi di materiale diverso. E’ affidabile, piccolo, veloce ed economico è sarà alla base dei nuovi calcolatori elettronici. Il primo computer funzionante totalmente a transistor è il TRADIC (TRAnisitor DIgital Computer). Viene costruito dai laboratori Bell per l’aeronautica militare statunitense, interessata alla sua leggerezza adatta all’uso a bordo. Negli anni in cui è operativo i risultati ottenuti sono molto soddisfacenti rispetto alle macchine che usano ancora i tubi a vuoto. Altri esempi di sistemi della seconda generazione sono: il Ferranti Mark I (1951) nato dalla collaborazione fra l’Università di Manchester e la Ferranti Limited, industria elettronica locale, il SEAC, usato per risolvere problemi meteorologici e L’Atlas Guidance Computer Model 1, impiegato nell’ambito delle ricerche

Anteprima della Tesi di Sabrina Di Pietrantonio

Anteprima della tesi: L'informatica esposta al museo: analisi e prospettive, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sabrina Di Pietrantonio Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2164 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.