Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La previdenza complementare in Italia e nell'ordinamento comunitario. Un fondo pensione negoziale in Italia: Telemaco, fondo pensione complementare per i lavoratori delle aziende di telecomunicazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Nella realtà dei fondi pensione per rappresentare la complessità delle strategie di investimento è necessario costruire un benchmark o, nel caso di più comparti, più benchmark, che sia definito sulla base di singoli indici di borsa e degli operatori specializzati come Morgan Stanley per le componenti azionarie e J.P.Morgan, Salomon Smith Barney, Comit per quelle obbligazionarie. Le strategie di gestione possono essere attive o passive : gli operatori che adottano strategie di portafoglio attive vogliono conseguire una performance media esattamente pari a quella del mercato, invece in una gestione passiva l’obiettivo dei gestori è quello di replicare la perfomance del benchmark. Il D. Min. 703/96 ha previsto di andare incontro alle volontà degli aderenti ad un fondo disponendo che “il fondo pensione può individuare diverse linee di investimento a una delle quali gli iscritti hanno la facoltà di aderire per un periodo di tempo predeterminato”. All’inizio dell’attività di un fondo, in genere, viene adottato il sistema di gestione “monocomparto”. In tal caso l’iscritto non ha la possibilità di scegliere la destinazione dei suoi contributi, ma il C.d.A. può individuare due o più linee di investimento di tipo bilanciato al fine di tutelare gli aderenti (il rendimento è unico). Nei fondi con gestioni “multicomparto” l’iscritto può scegliere tra più linee di investimento con differenti rischi e secondo le proprie aspettative o esigenze. Le formule più note di investimento nei comparti sono: a) a rischio elevato con prevalenza in titoli azionari e quota residua impiegata in titoli a reddito fisso; b) a rischio medio con investimento azionario non superiore al 50% e la restante quota investita in obbligazioni e titoli a reddito fisso; c) a rischio medio-basso con investimenti effettuati in prevalenza a reddito fisso ed obbligazioni ed in piccola percentuale in investimenti azionari; d) a basso rischio con protezione del capitale investito acquisendo titoli a reddito fisso ed obbligazioni quotate. È consentito, secondo tempi prestabiliti, all’iscritto di cambiare il comparto di adesione durante la sua permanenza all’interno di un fondo (lo “switch”). Capitolo IV Il fondo Telemaco:la costituzione e gli organi sociali A questo punto della trattazione si è ritenuto opportuno verificare “sul campo” l’operato di un fondo pensione italiano,il Fondo Nazionale Pensione Complementare per i lavoratori delle aziende di telecomunicazione TELEMACO, i cui contesti normativi, gestionali ed organizzativi rappresentano un esempio tipico di fondo pensione negoziale. Il fondo in esame è stato costituito, in forza dell’ Accordo Istituivo del 30 marzo 1998, in forma di associazione riconosciuta, (ai sensi dell’art 12 e ss del c.c.), ha ottenuto l’autorizzazione all’esercizio dell’attività dalla COVIP il 27 ottobre 2000 ed il riconoscimento della personalità giuridica con Decreto del Ministero del lavoro il 22 novembre 2000. Hanno sottoscritto l’accordo le aziende associate ad Intersind del Gruppo Telecom Italia s.p.a. e le organizzazioni dei lavoratori SLC-CGIL, FIS-TEL CISL, UILTE-UIL. Il fondo è basato sullo Statuto dell’aprile 2002 approvato dalla COVIP il 20 marzo 2003. Con il recente accordo del 30 aprile 2003 è stato trasformato da fondo nazionale negoziale a fondo di settore di tutte le aziende di telecomunicazioni associate in ASSOTELECOMUNICAZIONI(Associazione che riunisce le imprese esercenti servizi di telecomunicazioni)assistite da Confindustria.

Anteprima della Tesi di Nicoletta Romano

Anteprima della tesi: La previdenza complementare in Italia e nell'ordinamento comunitario. Un fondo pensione negoziale in Italia: Telemaco, fondo pensione complementare per i lavoratori delle aziende di telecomunicazione, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Nicoletta Romano Contatta »

Composta da 338 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3574 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.