Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela della concorrenza negli Stati Uniti: il caso Microsoft

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il nome Microsoft e quello del suo fondatore e proprietario Bill Gates oramai riecheggiano nelle nostre case da oltre 10 anni. I nostri computer (pc) ci permettono di lavorare, di studiare, di comunicare con persone poste a distanze notevolissime, il tutto col minimo sforzo ed impegno. Essi sono diventati parte integrante della nostra vita. Non sembra quindi azzardato riconoscere almeno due grandi meriti alla società di Redmond, città statunitense sede della Microsoft. Il primo scaturisce da un’analisi della storia evolutiva del pc, che da esclusivo strumento professionale di lavoro, accessibile a pochi, è diventato anche un familiare e democratico “elettrodomestico”. Il secondo merito riguarda la simbiosi Microsoft-Internet. Essa si è fatta promotrice di progresso agevolando gli interscambi culturali della comunità mondiale e contribuendo in maniera significativa alla costituzione del “villaggio globale”. È una simbiosi innegabilmente significativa di sviluppo e benessere. La Microsoft ha fatto la storia dell’informatica e, attraverso questa, ha contribuito da protagonista a costruire quella del nostro costume. In breve, la Microsoft ci ha traghettato verso la nuova era digitale. Se è vero che non si può parlare di storia dell’informatica senza fare accenno al notevole contributo ad essa apportato dall’azienda di Bill Gates, è anche legittimo chiedersi se il fenomeno Microsoft è solo frutto di capacità informatica ed abilità imprenditoriale o se c’è dell’altro, ovvero spregiudicate strategie aziendali che hanno impedito l’emergere di imprese concorrenti, controparti nelle vicende giudiziarie che hanno coinvolto la Microsoft.

Anteprima della Tesi di Mauro Bacca

Anteprima della tesi: La tutela della concorrenza negli Stati Uniti: il caso Microsoft, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mauro Bacca Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3498 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.