Skip to content

La tutela della concorrenza negli Stati Uniti: il caso Microsoft

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Si prese, invece, coscienza del fatto che l’operare delle forze economiche, se affidato a se stesso e non sottoposto ad alcuna forma di controllo, non assicurava la conservazione del pluralismo economico, espressione di un sano e corretto funzionamento del mercato, ma creava pericolosi squilibri dell’assetto concorrenziale costantemente minacciato da concentrazioni monopolistiche ed oligopoli 2 . • elimina i sopraprofitti dell'imprenditore, • promuove la crescita qualitativa dei prodotti, • esclude dal mercato le unità produttive inefficienti liberando risorse e rendendole disponibili per impieghi più redditizi, • promuove la crescita quantitativa dei prodotti poiché l’incentivo alla differenziazione produttiva moltiplica le alternative di scelta dei consumatori, • diventa essa stessa garante della libertà del mercato in quanto dotata di un immanente (ma non infallibile) potenziale di autoregolazione che impedisce stabili concentrazioni di potere economico o collusioni, favorendo l’accesso al mercato e l’affermazione degli operatori più capaci. La concorrenza, in tal modo, diventa strumento di giustizia sociale oltreché sua espressione. 2 Il monopolio è una forma di mercato in cui l’offerta è concentrata nelle mani un’unica impresa ed in cui il bene prodotto non ha sostituti stretti. I fattori che possono consentire ad un’impresa di esercitare una posizione di monopolio sono: controllo esclusivo di risorse essenziali (es. materie prime e brevetti), restrizioni governative all’ingresso di nuove imprese (assegnazione esclusiva della produzione allo Stato o a taluni enti, monopolio legale) ed infine minimizzazione dei costi di produzione (il monopolio sorge in questi casi perché rappresenta il modo meno costoso per produrre una quantità data di un bene, monopolio naturale). Il monopolista prima di fissare il prezzo di vendita del bene prodotto deve individuarne il livello ottimale di produzione ossia la quantità che intende offrire al mercato. Essa corrisponde alla equivalenza tra ricavo marginale (l’incremento del ricavo totale all’aumentare di una unità del prodotto) e costo marginale (l’incremento del costo totale al variare di una unità della quantità di prodotto) individuata dal punto di incontro tra le due rispettive curve. Individuato il livello ottimale di produzione, risulterà definito anche il prezzo ottimale di vendita. Rispetto alla concorrenza perfetta, il monopolio comporta dei “costi sociali” elevati per la comunità: il prezzo, ottimo per il monopolista, non può dirsi altrettanto per la collettività. Infatti il monopolista, non trovando concorrenza da parte di altri produttori, offre una quantità di beni inferiore alla domanda e lo fa anche ad un prezzo superiore (a tutto vantaggio dell’imprenditore titolare dell’azienda che ai comuni profitti vede sommarsi gli extraprofitti o rendita del monopolista dati dalla differenza tra prezzo e costo medio).L’oligopolio è un forma di mercato in cui l’offerta è concentrata nelle mani di un numero limitato di grandi imprese. È una struttura industriale assai frequente nei paesi occidentali dato che molti settori richiedono significative economie di scala e ingenti investimenti tecnologici.
Anteprima della tesi: La tutela della concorrenza negli Stati Uniti: il caso Microsoft, Pagina 6

Preview dalla tesi:

La tutela della concorrenza negli Stati Uniti: il caso Microsoft

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Bacca
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: De Liso Nicola
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 190

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antitrust
bill gates
caso microsoft
microsoft
tutela della concorrenza
diritto antitrust
sherman act

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi