Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il cabotaggio in Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 ξ la distribuzione della popolazione. L’Italia ha una economia essenzialmente fondata sull’industria, ponendosi nel novero dei Paesi industrialmente più sviluppati del mondo. È, questo, il risultato di un processo molto rapido: prima della II guerra mondiale l’Italia era infatti eminentemente agricola, benché non mancassero le industrie di tipo anche moderno, dislocate in alcune aree del Nord ed innestate sull’economia capitalistica che, avviata nell’ottocento, aveva privilegiato il settore tessile. Ma gli sviluppi dell’industria italiana, che aveva conosciuto i suoi primi slanci nell’era giolittiana, quando aveva preso avvio anche l’industria siderurgica e poi quella meccanica, non potevano essere consistenti e sicuri in un paese come l’Italia, povero di materie prime e per di più con un mercato molto ristretto. La salita al potere del fascismo orientò l’economia verso forme chiuse, artificiose, di sostegno. La grande industria fu protetta con una politica doganale nel quadro di un regime autarchico, che cercò di reggersi puntando sulla ricchezza delle braccia e sull’espansione massima dell’agricoltura; tuttavia tranne l’area padana, dove effettivamente l’agricoltura aveva caratteri capitalistici ed un notevole dinamismo imprenditoriale, il rimanente mondo rurale era in genere poco produttivo e fortemente arcaico (latifondo e microfondo nel Sud, mezzadria nell’Italia centrale, piccola proprietà nell’area circumpadana). Comunque col dopoguerra l’Italia attuò un radicale cambiamento di politica economica: scelse l’Europa, entrando nel

Anteprima della Tesi di Giancarlo Criscuolo

Anteprima della tesi: Il cabotaggio in Italia, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giancarlo Criscuolo Contatta »

Composta da 305 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4205 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.