Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tra retorica e storia: la metahistory di Hayden White

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

INTRODUZIONE 7 sarà poi dedicato alla distinzione del “verosimile” dal “credibile”: due categorie contigue ma non sovrapponibili. Teoria della storiografia, testimonianza, Retorica, finzione e narrazione di ciò che può essere creduto sono infatti gli elementi essenziali che compongono le articolate tesi di White. In questi stessi elementi inoltre si annidano tutte le aporie della sua posizione, come vedremo nel penultimo capitolo. Nel secondo capitolo introdurrò più precisamente la figura di Hayden White, accennando ai suoi primi lavori - in particolare ai suoi studi su Vico e Croce 2 ; quindi passerò all’analisi della sua prima e fondamentale opera, Metahistory. Con questo libro del 1973, egli raccolse la nascente impostazione narrativista e la rivisitò alla luce di nozioni di linguistica e con strumenti fornitigli dallo strutturalismo. Come vedremo la chiave di lettura principale che White utilizza è quella della retorica della struttura, altra da quella della frase: non si tratta di rilevare le varie singole figure retoriche presenti in qualsiasi opera di storiografia - come del resto in ogni altro tipo di discorso - quanto piuttosto di scoprire il modo preciso in cui lo storico si è prefigurato l’intero campo del passato, perché da tale modo deriva la sua particolare visione della Storia. Nell’affrontare il libro di White sarà inevitabile tenere in considerazione i suoi principali referenti: Auerbach, Gombrich, Frye, Pepper e Mannheim. 2 Principalmente H. White, What is Living and What is Dead in Croce's Criticism of Vico, in G. Tagliacozzo, op. cit., pp. 379-389.

Anteprima della Tesi di Dario Carmassi

Anteprima della tesi: Tra retorica e storia: la metahistory di Hayden White, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Dario Carmassi Contatta »

Composta da 282 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3682 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.