Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La minoranza tedesca in Cecoslovacchia e i suoi rapporti con la Germania nazista (1933-1939)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 2. Il problema dei tedesco-boemi alla conferenza di pace di Parigi La sconfitta cambiò radicalmente la sorte dei tedeschi di Boemia, Moravia e Slesia. L’impero asburgico, che per tanti secoli aveva racchiuso al suo interno numerose nazionalità, fu smembrato dalle potenze vincitrici in una serie di stati nazionali in accordo al principio di autodeterminazione dei popoli di Wilson 13 . I tedeschi-boemi, che fino a quel momento avevano negato questo principio nei confronti delle altre nazionalità dell’Impero, vi si aggrapparono tenacemente per evitare di diventare una minoranza in una regione in cui avevano avuto sempre il predominio. In questa lotta i socialdemocratici ebbero un ruolo di primo piano. Nella dichiarazione del 4 ottobre 1918, sottoscritta anche da tutti gli altri partiti politici, affermarono il diritto di tutti i territori tedeschi d’Austria di essere uniti ad uno stato austro-tedesco 14 . 13 Il principio di autodeterminazione dei popoli era uno dei 14 punti che il presidente americano Wilson aveva affermato nel suo messaggio al Congresso americano l’8 gennaio 1918. 14 Wie erkennen das Recht der slawischen Nationen an, ihre eigenen Nationalstaaten zu bilden, wir lehnen aber unbedingt und fuer immer die Unterwerfung deutscher Gebiete unter diese Nationalstaaten ab. Wir verlangen, dass alle deutschen Gebiete Oesterreichs zu einem deutschoesterreichischen Staat vereingt werden, der seine Beziehungen zu den anderen Nationen Oesterreichs und zum Deutschen Reich nach seinen Beduerfnisses regeln soll. (Riconosciamo il diritto delle nazioni slave di formare i loro propri stati, rifiutiamo però in modo assoluto e per sempre l’assoggettamento di territori tedeschi a questi stati nazionali. Noi esigiamo che tutti i territori tedeschi dell’Austria siano uniti ad uno stato austro-tedesco il quale regolerà i suoi rapporti con le altre nazioni dell’Austria e con il Reich tedesco secondo il suo proprio bisogno) Vedi K. Rabl, Das Ringen um das Sudetendeutsche Selbstbestimmungs-recht 1918/1919, München 1958, p.14

Anteprima della Tesi di Federica Donnini

Anteprima della tesi: La minoranza tedesca in Cecoslovacchia e i suoi rapporti con la Germania nazista (1933-1939), Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Federica Donnini Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1742 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.