Skip to content

Inquinamento elettromagnetico quotidiano a frequenza industriale (50-60 Hz) in ambienti confinati. Possibili soluzioni

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 INTRODUZIONE L’attuale dibattito scientifico, riguardante i possibili effetti sulla salute dei campi elettromagnetici, per la prima volta sintetizza i meccanismi biofisici di interazione che considerano gli organismi viventi come sistemi complessi, adottando il modello di cellula e di comunicazione elettromagnetica negli organismi superiori. Il modello elaborato dal fisico M. Scalia, propone una nuova ipotesi, secondo la quale le risposte che esibiscono gli organismi viventi ai campi elettromagnetici di debole intensità, non prevedibili con i modelli classici sollecitazione-effetto, sono il caso particolare di generali proprietà di ordine della materia, assai maggiore di quanto non si tenga conto nelle formulazioni e nei calcoli delle attuali teorie sulla struttura della materia. Nel corso del tempo, il concetto di salute si è radicalmente trasformato. In passato, la salute era intesa come assenza di malattia e quest’ultima s’identificava con il cattivo funzionamento di particolari sistemi fisiologici, ad esempio quello cardiovascolare, respiratorio, nervoso. Questa visione, si è andata modificando e attualmente la salute è concepita come stato di benessere psicofisico dell’individuo. Lo stato di salute e quello di malattia di una persona sono espressioni diverse di una diversificata capacità di autoregolazione dei sistemi biologici dell’organismo. L’autoregolazione, però, differisce da individuo ad individuo e varia all’interno di una stessa persona nel corso del tempo e delle circostanze. Il continuo sconfinamento dallo stato di salute in quello di malattia e viceversa, che viene così a determinarsi, produce la grande schiera dei disturbi funzionali, i quali rappresentano gli sforzi di adattamento dei sistemi biologici sollecitati, non sempre coronati da successo. Per la medicina olistica, alcuni tipi di campi elettromagnetici deboli, quali i campi magnetici a 50-60 Hz e le onde elettromagnetiche di alta frequenza modulate con segnali di bassa frequenza, sono considerati alla stregua di fattori patogenetici esogeni. Sono degli agenti stressanti e come tali possono innescare le reazioni conseguenti. La medicina olistica si basa sulla teoria secondo la quale l’organismo non è la semplice somma delle parti che lo compongono, bensì, una complessa entità organizzata. Accanto al dibattito sul concetto di salute, si è articolato quello sulla qualità della vita e del lavoro in relazione alle tematiche ambientaliste. Gli stili di vita e di lavoro incentrati sempre più sul consumo, sulla produttività e sul profitto esasperato, hanno mostrato il risvolto negativo del benessere economico. Dalla fine degli anni ’60, si è verificata un’importante modificazione di tipo economico-culturale nell’ambito dei modelli di vita, da cui ha avuto origine un rinnovamento comportamentale, il movimento ecologista. Se in precedenza, infatti, il modello economico di tipo capitalistico e gli stili di vita ad esso associati, erano concentrati prevalentemente sulla quantità della produzione e dei consumi, attualmente è in atto una tendenza sempre più marcata che pone attenzione alla qualità di ciò che si produce e si consuma. E’ iniziato un processo di autocoscienza collettivo delle modalità di vita quotidiana. Una crescente quantità di persone, sembra sempre più insofferente verso le modalità nevrotiche e stressanti di lavorare, di vivere e di stare insieme, tipico delle grandi aree metropolitane. Aumenta, quindi, la richiesta di nuovi modelli di vita, più a “misura d’uomo” e qualitativamente più salutari rispetto alle modalità di vita spesso patogene delle nostre città. L’uomo si scontra quotidianamente con l’inquinamento dell’aria dei centri urbani e delle acque, con la contraffazione dei cibi; con i danni sanitari conseguenti a ciò che si ingerisce e si inala, con il dissesto idrogeologico, con i danni apportati all’ecosistema da uno sviluppo disordinato e caotico e infine, con l’inquinamento elettromagnetico. L’uomo vive immerso anche in un ambiente sociale, le cui caratteristiche si riferiscono alle interazioni formali ed informali degli individui, delle loro istituzioni, dei loro costumi, delle loro tradizioni e della loro organizzazione economica e lavorativa.
Anteprima della tesi: Inquinamento elettromagnetico quotidiano a frequenza industriale (50-60 Hz) in ambienti confinati. Possibili soluzioni, Pagina 1

Preview dalla tesi:

Inquinamento elettromagnetico quotidiano a frequenza industriale (50-60 Hz) in ambienti confinati. Possibili soluzioni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marylise Pollini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Politecnico di Milano
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Carlo Signorelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 295

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi