Skip to content

Dalla checklist al sistema informativo: strumenti di rilievo e metodi di valutazione della qualità negli ambienti di vita e di lavoro

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
La salubrità degli ambienti confinati. Politecnico di Milano - BEST 17 1.1.3 I FATTORI AMBIENTALI. Gli aspetti analizzati fin qui sono certamente influenti sul problema della SBS, tuttavia i fattori di maggiore rilievo sono le caratteristiche ambientali, tra cui emerge la qualità dell’aria 9 . La ventilazione Un aspetto di grande rilievo è la necessità di adeguata ventilazione, il pro- blema è strettamente legato all’origine stessa della SBS. La crisi petrolifera generata dalla guerra del Kippur nel 1973 ha imposto il risparmio energeti- co come necessità ineludibile; nel settore delle costruzioni l’esigenza di contenere i consumi ha spinto verso la sigillatura degli edifici, con l’obiettivo di ridurre i disperdimenti legati alle infiltrazioni incontrollate e di diminuire il volume d’aria da trattare per la climatizzazione. Questa strategia, però, si è dimostrata fallimentare per il benessere degli occupanti, ed è ritenuta all’origine del fenomeno della SBS, tanto che si è parlato anche di Tight Building Syndrome, con riferimento all’impermeabilità all’aria di questi edifi- ci 10 . Questa situazione sembra suggerire un legame tra le misure di rispar- mio energetico implementate nell’edificio e la diffusione di patologie tra gli occupanti. L’argomento è oggetto di studio: appare evidente che non esiste correlazione diretta tra l’energia consumata da un edificio e lo stato di be- nessere degli utenti, ma occorre considerare in dettaglio le misure di effi- cienza energetica adottate. La teoria che sta guadagnando sempre mag- giore credito è che le tecniche di contenimento dei consumi non costitui- scano in generale un rischio per la salute, ma che l’introduzione acritica di misure di risparmio in edifici esistenti, basati su una concezione edilizia tra- dizionale possa segnare un aumento nella diffusione di sintomi di SBS 11 . La prima necessità riguarda sicuramente la quantità d’aria fresca introdotta in ambiente, che non deve essere inferiore ai 35 m 3 /h persona 12 nei locali ad uso ufficio, indice da triplicare in presenza di sorgenti altamente inqui- nanti, come soggetti fumatori, fotocopiatrici o simili. Una ventilazione ina- deguata, però, può essere causata anche da un’errata concezione dei si- stemi di distribuzione che non permette la necessaria diluizione delle so- stanze inquinanti pur in presenza del necessario indice di ricambio. 9 [LI1997] Op.cit. 10 [EPA1991] United States Environmental Protection Agency; Indoor Air Facts No.4 - Sick Building Syndrome (SBS); EPA, Washington, 1991. 11 [ENGVALL2002] K. Engvall, C.Norrby, D.Norbäck; Sick building syndrome in relation to energy conservation, and reconstruction in older multi-family houses in Stockholm, Sweden; in: Proceedings of Indoor Air 2002 Vol.3 9th International Conference on Indoor Air Quality and Climate, pagg. 455 - 460, Indoor Air, Monterey, California, 2002. 12 [ASHRAE2001] Ashrae Standard 62.2001 “Ventilation for Acceptable Indoor Air Quality”.
Anteprima della tesi: Dalla checklist al sistema informativo: strumenti di rilievo e metodi di valutazione della qualità negli ambienti di vita e di lavoro, Pagina 9

Preview dalla tesi:

Dalla checklist al sistema informativo: strumenti di rilievo e metodi di valutazione della qualità negli ambienti di vita e di lavoro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Caccia
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Politecnico di Milano
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Edile
  Relatore: Enrico Deangelis
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 371

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

efficienza energetica
global service
indoor air quality
indoor environmental quality
post occupancy evaluation
qualità degli ambienti confinati
salubrità degli edifici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi