Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'asimmetria induzione-deduzione tra Italia e Giappone: un confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1: IL PROCESSO INFERENZIALE 1 CAPITOLO 1 IL PROCESSO INFERENZIALE La cosa più caratteristica della vita mentale, oltre al fatto di apprendere gli eventi del mondo circostante, è che costantemente va oltre l’informazione data (Bruner, 1957). Il soggetto che percepisce, come sottolinea Bruner, non è semplicemente un impiegato che registra passivamente gli eventi e le informazioni. Egli è, piuttosto, colui che interpreta attivamente, colui che risolve ambiguità, suppone gli eventi che non può osservare direttamente e forma inferenze circa le associazioni e le relazioni causali. Il soggetto che percepisce, dunque, applica determinate ‘strutture di conoscenza’ che gli permettono di andare oltre l’informazione data: esse vanno da ampie teorie proposizionali riguardo le persone in generale, a rappresentazioni più schematiche di oggetti, eventi e attori. Queste strutture guidano la conoscenza generica delle persone ed i loro preconcetti circa il mondo, fornendo le basi per una veloce, coerente, ma occasionalmente sbagliata interpretazione della nuova esperienza (Nisbett & Ross, 1980). Ciò che permette di interpretare e di attribuire un senso al mondo circostante l’individuo è l’inferenza.

Anteprima della Tesi di Federica Politi

Anteprima della tesi: L'asimmetria induzione-deduzione tra Italia e Giappone: un confronto, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Federica Politi Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2309 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.