Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'asimmetria induzione-deduzione tra Italia e Giappone: un confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1: IL PROCESSO INFERENZIALE 8 1.4 Le inferenze da tratto a comportamento Un tipo di inferenza comportamentale è particolarmente critico nel funzionamento quotidiano: la predizione di comportamenti futuri sia propri che di altri. Il processo deduttivo coinvolge l’uso di impressioni generali riguardo un individuo per trarre predizioni circa le caratteristiche specifiche od i comportamenti di quello stesso individuo. Rispetto al processo inverso, quello che riguarda le inferenze da tratti generali a comportamenti specifici (ad es. da ‘socievole’ ad ‘ama organizzare feste’), sembra meno comune. Ci sono alcune ragioni per le quali è difficile trarre inferenze deduttive (Beike & Sherman, 1994): 1. generalmente è molto più facile trarre inferenze da comportamenti specifici a caratteristiche generali che viceversa (Carlston, 1992). Questa differenza potrebbe essere dovuta al fatto che le inferenze da comportamento a tratto sono molto più comuni e molto più utilizzate delle inferenze da tratto a comportamento. 2. Come hanno puntualizzato Epstein (1979), Sherman e Fazio (1983), è difficile predire ogni singolo comportamento da attitudini o tratti globali. Si ottengono inferenze deduttive migliori quando si predice un insieme di comportamenti; tuttavia è anche vero che è spesso più utile l’accurata predizione di un singolo comportamento. 3. I comportamenti specifici sono in funzione delle qualità disposizionali dell’individuo, come pure dei vincoli situazionali in cui si manifestano. Dunque, le inferenze deduttive circa comportamenti specifici, possono essere tratte solo con grande incertezza.

Anteprima della Tesi di Federica Politi

Anteprima della tesi: L'asimmetria induzione-deduzione tra Italia e Giappone: un confronto, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Federica Politi Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2309 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.