Skip to content

Realismo nel modello della concorrenza, un’esplorazione con Swarm e JAS

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1. Introduzione 8 città antica di Matera 1 . Durante l’età del bronzo, circa 7000 anni a.c., in un luogo privo di una risorsa naturale come l’acqua, gli uomini del tempo hanno sfruttato le loro conoscenze per sopravvivere, costruendo un sistema di canali e cisterne per raccogliere l’acqua piovana, utilizzabile a tutt’oggi. Inoltre, le caverne scavate nel tufo, sono realizzate in modo che i raggi solari filtrino all’interno nella stagione invernale, quando il tragitto del sole nel cielo disegna un orizzonte più basso, ma che rimangano a picco sull’uscio nel periodo estivo, per ottimizzare l’esposizione al sole. Da un periodo così lontano dal nostro mondo da definirlo “pre-istoria”, riceviamo un inconsueto esempio di applicazioni paleo-tecnologiche. La storia non potrà che essere generica su quale popolazione fu a concepire a quel modo un insediamento umano. Anche se la loro tecnica era pregevole, non li si può chiamare ingegneri, architetti, scienziati o economisti, ma artisti, poiché, in un epoca in cui la soddisfazione dei bisogni primari non era garantita, ogni individuo doveva saper fare di tutto per sopravvivere, individui che osservando la natura concepivano simili meccanismi non potevano che possedere una sensibilità da artista. Oggi, nel nostro periodo moderno, in cui il soddisfacimento dei bisogni primari è garantito, anche se solo per il 20% della popolazione mondiale, la suddivisione del lavoro ha portato anche alla suddivisione della conoscenza. La specializzazione delle carriere, che ne è il corollario, ha reso necessario coniare nuove definizioni, per le nuove categorie di studiosi, che impegnano i loro sforzi nei campi più diversi, guidati dalla medesima curiosità e creatività. Prerogative queste che trasformano gli scienziati in investigatori del sapere, i quali osservano in modo diretto la realtà nelle sue evidenze empiriche, cercando di comprenderne le cause per ricrearle in ambienti controllati, così da poter disporre del fenomeno a piacimento. Ed è proprio per questo che una considerevole parte del tempo che lo scienziato impiega nei suoi studi è rivolta alla descrizione, alla misurazione, all’osservazione della realtà. L’analisi che lo studioso esegue, deve essere diretta, cioè percepita con i propri sensi, cercando di evitare che interpretazioni o racconti mal riportati, distorcano la raccolta dei dati sul fenomeno. Spesso gli occhi non bastano all’uomo per indagare la natura delle cose, così la scienza si autoalimenta creando protesi che rivelano cose che ad occhio nudo potremmo solo immaginare, basti pensare all’altro infinito della materia che ci fanno vedere i microscopi, o, all’opposto, ai telescopi, utilizzati per le scienze spaziali, e molti altri ancora. Altre volte lo studio si concentra non direttamente sui fenomeni che si vuole analizzare, ma sulle conseguenze, sui resti di questi, come accade in paleontologia, in archeologia ed in generale in tutte le scienze storiche. 1 Questo l’esempio italiano, Matera dall’ebraico ma-tara, il luogo delle acque. Datati e da ricondurre allo stesso periodo anche Petra in Giordania, e le canalizzazioni delle piene del Nilo nei regni dell’Alto e Basso Egitto.
Anteprima della tesi: Realismo nel modello della concorrenza, un’esplorazione con Swarm e JAS, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Realismo nel modello della concorrenza, un’esplorazione con Swarm e JAS

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Bena
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari
  Relatore: Pietro Terna
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 146

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

modello della concorrenza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi