Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Urp: un ponte in costruzione tra cittadino ed ente pubblico. Il caso di Cento (Fe)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

frammentata in numerosissime iniziative tra loro talvolta incoerenti che vanno poi a discapito della buona amministrazione. Per giungere a concepire strategie comunicative idonee ad assolvere siffatte complesse funzioni, occorre poter raccogliere la maggior quantità possibile di dati, per riuscire ad ottenere elementi per costruire adeguati processi comunicativi. 2.3 Comunicazione sociale La comunicazione sociale condivide molte caratteristiche della comunicazione istituzionale. Essa, infatti, proviene da istituzioni pubbliche o private e si occupa della rappresentazione di temi di grande respiro e dimensione; può avere carattere nazionale o sovranazionale ed impegna la promozione di valori, idee, comportamenti sociali. Uno dei metodi più utilizzati per la diffusione di messaggi di carattere sociale è quello pubblicitario; la pubblicità sociale è stata definita “(...) di carattere persuasorio rivolta a finalità collettive” 31 , “pubblicità non avente scopo di profitto”, “pubblicità che non ha per oggetto i prodotti”. 32 Tra “pubblicità sociale” e “comunicazione sociale” esistono delle differenze di genere che bisogna sottolineare per chiarire meglio l’ambito e le finalità sociali di questo tipo di comunicazione. Se risulta piuttosto evidente che i messaggi di pubblicità sociale escludano il carattere commerciale, molto ambigua risulta la posizione di certi spot che associano al prodotto la promozione di tematiche, ad esempio, sul rispetto dell’ambiente o sulla lealtà nello sport, che rientrano nella definizione di annunci aventi finalità sociali. Un primo criterio per circoscrivere l’ambito sociale a cui questi tipi di messaggi si rivolgono, è delimitare il campo della comunicazione sociale al suo significato di “non partigianità”; caratteristica saliente di quella che viene chiamata pubblicità di pubblica utilità è il carattere di imparzialità che assume nel fornire informazioni su tematiche di interesse collettivo, e nell’interesse della collettività, senza alcun utilizzo dell’informazione come persuasione. 33 Kotler, uno dei maggiori studiosi del fenomeno, dà della comunicazione sociale una definizione più ampia, che non la lega esclusivamente all’adozione dei metodi 31 G. FABRIS , La pubblicità: teorie e prassi, Franco Angeli, Milano, 1993, p. 586 32 G. GADOTTI , Pubblicità sociale, Angeli, Milano, 1992, p. 25 33 C. T. SALOMON , Campaigns for social “improvement”: an overview of value, rationales, and impacts, in C . SALOMON , Information campaign: balacing social values and social change, Sage, London, 1989, p. 36

Anteprima della Tesi di Erika Bergamini

Anteprima della tesi: Urp: un ponte in costruzione tra cittadino ed ente pubblico. Il caso di Cento (Fe), Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Erika Bergamini Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4392 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.