Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Software proprietario e software open source: analisi dei costi totali in azienda

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Ma per far decollare definitivamente l’Open Source serviva l’appoggio di una azienda affermata operante nel settore dell’Information Technology che fosse stata in grado di vendere software libero. Certamente la Netscape non era una di queste, ma il sostegno arrivò il 22 giugno del ‘98 con l’annuncio che la IBM avrebbe utilizzato software a codice aperto nelle sue applicazioni di ambito Server Internet. Di colpo un programma Open Source si elevava a rango di software commerciale e diventava un punto fermo per le aziende. In seguito, anche la software house tedesca SAP decise che il suo software R/3 per la pianificazione delle risorse aziendali sarebbe stato disponibile per Linux. Sebbene poco noto al grande pubblico, R/3 di SAP rappresenta uno standard globale per i software di impresa. La piattaforma R/3 ospita moduli di software per funzioni basilari come la gestione del personale e delle paghe e contributi, ma anche quelli che soddisfano particolari esigenze di settori industriali come quello spaziale, bancario chimico. Anche i grossi produttori di hardware, come Hewlett- Packard, data la crescente affidabilità di Linux in campo

Anteprima della Tesi di Giancarlo Muscaridola

Anteprima della tesi: Software proprietario e software open source: analisi dei costi totali in azienda, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giancarlo Muscaridola Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3515 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.