Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione e l'informazione nei processi culturali, tra teoria e indagine empirica (La costruzione mediata della realtà)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

recente scandalo al “New York Times”; 3) Comunicazione e Potere, o meglio poteri, con riferimento sia a condizionamenti interni alla redazione che esterni. Rapporto con le Fonti nel passaggio da “comunicazione soggettiva” a “informazione oggettivante” la realtà; 4) Produzione giornalistica e editoriale. Rapporto Cultura-Notizia in una doppia polarità: processo di velocizzazione dell’informazione, istantaneità e notizia in tempo reale da un lato, e attualizzazione omogenea della realtà nelle agende tematiche. Un Giornalismo tra Cronaca e Riflessione nella dimensione globale e locale; 5) Interattività con i destinatari dei messaggi informativi: “multidirezionalità” comunicativa o ancora una “unidirezionalità mediata”. Ruolo dei New Media. NB: La documentazione completa della ricerca empirica effettuata è disponibile nell’ Appendice in allegato (5.2). Il campione intervistato comprende 32 giornalisti e operatori della comunicazione (elencati per funzione professionale e testata di appartenenza in Appendice), in un prospetto mediale e informativo coerente con l’approccio “plurale”, “aperto” e “multivalente” ad una analisi sociale sui media nella conoscenza umana. Ecco la motivazione a ricercare testimonianze provenienti dalla Pluralità della produzione giornalistica e mediale, tanto in termini dimensionale quanto configurativa nell’architettura informativa e mediale: Agenzie di Stampa, Testate on line, Radio, Tv, Quotidiani, Riviste e Case editrici: i potenziali “produttori-costruttori” della conoscenza istantanea e quotidiana della realtà sociale. Inutile negare per un giovane giornalista-pubblicista desideroso di intraprendere la professione giornalistica, l’emozione e l’interesse intellettuale nel recarmi all’interno di redazioni “storiche” del giornalismo genovese e ligure, colloquiare sulle tematiche della ricerca in maniera aperta con intervistati di un certo rilievo professionale e da anni impieganti nella produzione giornalistica, rispettando comunque l’impostazione proposta dalle tematiche-guida di base e secondo gli obiettivi del pubblico dibattito… Oltre a Firenze per la partecipazione al Seminario di cui riportato sopra, intervenendo tra l’altro con una relazione nella sessione tematica “Giornalismo e Tecnologie”, a conclusione del lavoro empirico mi sono recato a Milano nel desiderio di completare ulteriormente il quadro della ricerca empirica con ulteriori interviste al fine di una “allargata” valutazione comparativa delle risposte indicate dai vari giornalisti e operatori della Comunicazione.

Anteprima della Tesi di Federico De Rossi

Anteprima della tesi: La comunicazione e l'informazione nei processi culturali, tra teoria e indagine empirica (La costruzione mediata della realtà), Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Federico De Rossi Contatta »

Composta da 359 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3497 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.