Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Italo Calvino e l'iper-romanzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Tutto questo ci fa comprendere il motivo per cui è impossibile stabilire dei limiti definiti in un ipertesto. Esso manca infatti di un inizio e una fine in senso tradizionale, producendo ciò che Derrida indicava come “straripamento del testo”. Contro il «feticismo dell’opera- concepito come un oggetto chiuso, compiuto, assoluto» 21 , l’ipertesto è un ‘testo aperto’, per il quale le connessioni intratestuali e intertestuali tra elementi interni e altri appartenenti a testi diversi sono equivalenti, e i cui bordi diventano permeabili. Risulta difficile per esempio determinare un inizio, sia perché cambia la nostra concezione di testo, sia perché un ipertesto permette di avere molteplici punti di accesso, in teoria tanti quante sono le lessie. Si impone comunque il bisogno di stabilire una base di partenza che, in tal caso, sarà rappresentato da quella lessia che, nel testo atomizzato, può produrre un’intenzione sviluppata poi nella catena dei collegamenti 22 . Di solito, nella narrativa ipertestuale gli autori tendono a suggerire un inizio per non disorientare il lettore al suo primo contatto con il racconto. Anche il concetto di fine risulta labile se non addirittura inesistente, perché è sempre possibile estendere l’ipertesto: esso terminerà quando il lettore, il solo che abbia la responsabilità della chiusura, si riterrà soddisfatto dalla lettura di un certo numero di informazioni o blocchi di racconto. 21 George Landow, L’ipertesto: tecnologie digitali e critica letteraria, cit., p. 113. 22 Cfr. George Landow, L’ipertesto, cit., p. 111.

Anteprima della Tesi di Elisa Russello

Anteprima della tesi: Italo Calvino e l'iper-romanzo, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elisa Russello Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11702 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.