Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Italo Calvino e l'iper-romanzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

meccanici per il reperimento di informazioni, allo scopo di fronteggiare il numero già allora preoccupante di dati disponibili. Anche Barthes, tra gli altri, aveva prefigurato l’ipertesto descrivendo un testo ideale in S/Z come «galassia di significanti», senza un inizio preciso, all’interno della quale i blocchi di parole o immagini potevano essere collegati secondo percorsi multipli 2 . L’ipertesto viene considerato di volta in volta come un costrutto testuale, un supporto per la diffusione del sapere o una tecnologia della scrittura. Spesso infatti con questo termine si indica sia il software, cioè il programma per computer che consente di creare e gestire questi particolari testi, sia il prodotto testuale a disposizione del lettore. Giulio Lughi descrive gli ipertesti come «testi registrati su memoria magnetica [o ottica] in cui le singole sotto- unità» non sono disposte secondo un ordine sequenziale, «bensì secondo un ordinamento reticolare. In questo modo, da ogni sotto-unità di un ipertesto – che viene chiamata nodo - si può accedere direttamente a qualsiasi sotto-unità ad essa collegata»; questi collegamenti sono gestiti dai link, legami arbitrariamente stabiliti da chi legge 3 . Landow, uno dei più famosi studiosi di informatica umanistica, sottolinea soprattutto il valore dell’ipertesto come supporto per la scrittura che determina anche una diversa fruizione rispetto a un testo cartaceo. L’ipertesto «denota un testo composto da blocchi di testo- ciò che Barthes definisce “lessie” - e da 2 Cfr. Ivi, pp. 22- 29. 3 Giulio Lughi, Ipertesti letterari e labirinti narrativi, disponibile a http://www.univ.trieste.it/~nirital/lughi.htm

Anteprima della Tesi di Elisa Russello

Anteprima della tesi: Italo Calvino e l'iper-romanzo, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elisa Russello Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11705 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.