Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Politica e diritto internazionale nel dibattito sul conflitto iracheno 2003

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

corpo di spedizione americano (10.000 uomini) occupò Beirut, mentre 2500 paracadutisti inglesi s'installavano ad Amman. La breve crisi palesò le preoccupazioni degli Stati Uniti: dal 14 luglio 1958 l'Iraq cessò di essere l’alleato dell'Occidente nel mondo arabo e si divenne il “compagno di viaggio” della politica sovietica nella regione. L'evoluzione anti-occidentale si accentuò quando il potere passò dai militari ad un partito socialista e nazionale - il Baath 6 - che si era costituito grazie agli sforzi di un intellettuale cristiano, Michel Aflaq, un siriano-francese. L'arabismo laico aveva finalmente, con il Baath (in arabo, rinascita o risorgimento), un’ideologia social-nazionale, a cui avrebbero fatto ricorso, per legittimarsi, i ceti e i raggruppamenti tribali che aspiravano ad assumere la guida del paese. I principi della rinascita postulano il risorgimento e l'unità della nazione araba, tuttavia i leaders ne utilizzano la carica mobilizzatrice per rafforzare il legame tra apparato statale e società civile. È in questo frangente che sorge la figura dell’Homo Novus, Saddam Hussein, nato nel 1937 vicino a Takrit, sul Tigris, in territorio sunnita, a centosessanta chilometri a nord di Baghdad. Dal colpo di stato conservatore del 1941 trae un odio viscerale per l’imperialismo britannico e a 21 anni diviene membro del Baath: partecipa ad un attentato contro Kassam ed in seguito deve fuggire in Siria e in Egitto per sfuggire all’ira del generale. 6 D. Baran, L’adversaire irakien, “Politique Etrangère”, 1/2003 pag. 59-62.

Anteprima della Tesi di Laura Cardella

Anteprima della tesi: Politica e diritto internazionale nel dibattito sul conflitto iracheno 2003, Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Laura Cardella Contatta »

Composta da 50 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2365 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.