Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il regolamento comunitario 1346/2000 relativo alle procedure d'insolvenza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

anche i beni del fallito che si trovano nello Stato. Viene però lasciata la possibilità, per il giudice tedesco, di aprire un procedimento separato e limitato a tali beni. La Svizzera ha disposto una regolamentazione ad hoc delle procedure concorsuali con implicazioni transfrontaliere: gli articoli 166-175 del capitolo 11 (“Fallimento e Concordato”) della legge federale sul diritto internazionale privato del 18 dicembre 1987. il decreto straniero di fallimento deve essere riconosciuto dal giudice svizzero su istanza del curatore straniero o dei creditori. Vanno verificati presupposti quali la compatibilità con l’ordine pubblico e i principi processuali interni, la competenza del giudice straniero del luogo in cui si trova il domicilio del debitore, l’esecutività del decreto nello Stato d’apertura e la reciprocità. Come conseguenza del procedimento, si apre una procedura ancillare limitata ai beni presenti nello stato, regolata dalla lex fori e finalizzata al soddisfacimento dei creditori privilegiati locali. Anche l’ordinamento inglese consente l’apertura di fallimenti secondari. Sussistono però alcune divergenze: le corti inglesi possono discrezionalmente decidere che il curatore del fallimento secondario paghi solo i creditori privilegiati oppure che si limiti alla raccolta dei beni presenti nel territorio nazionale lasciando ogni competenza al curatore del fallimento principale 14 . Per quanto riguarda il nostro ordinamento, nel 1995, con la riforma del sistema di diritto internazionale privato si è persa l’occasione per stabilire quali siano gli effetti che le procedure d’insolvenza aperte all’estero 14 COMMISSIONE DI STUDIO PER LA REVISIONE SISTEMATICA DEL DIRITTO COMMERCIALE, ALLEGATO 4 consultabile al sito www.giustizia.it

Anteprima della Tesi di Sara Garofalo

Anteprima della tesi: Il regolamento comunitario 1346/2000 relativo alle procedure d'insolvenza, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Sara Garofalo Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2223 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.