Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetto in vitro dei metalli pesanti piombo e mercurio sull'attività dell'enzima fosfolipasi C nelle branchie e nel mantello del mollusco marino Mytilus galloprovincialis Lmk

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Tirreno (Forte dei Marmi), rilevando concentrazioni di questo metallo nella norma (1-1.6 µg.g -1 ). Quindi, in questi stessi campioni di mitili, è stato valutato l’effetto in vitro di ioni Pb 2+ aggiunti in forma di sale solubile (nitrato di piombo) su due proteine “target” presenti nel mantello, il recettore periferico delle benzodiazepine (PBR) e l’enzima adenilato ciclasi (AC), una delle vie di trasduzione del segnale più diffusa nelle cellule. I risultati hanno rivelato una potente inibizione degli ioni Pb 2+ in entrambi questi “markers” biochimici (Betti et al., 2003; Giannaccini et al., dati sottoposti a pubblicazione). Il presente studio consisteva nell’estensione del precedente lavoro, andando a valutare l’effetto in vitro degli ioni Pb 2+ su di un altra proteina di trasduzione del segnale, la fosfolipasi C (PLC), la cui attività provoca la formazione dei secondi messaggeri intracellulari IP 3 (inositolo-1,4,5-trifosfato) e DAG (diacilglicerolo) a partire da fosfatidilinositolo-4,5-bifosfato (PIP 2 ) o fosfatidilinositolo 4-fosfato (PIP). Oltre agli ioni Pb 2+ sono stati anche valutati gli effetti degli ioni mercurio (Hg 2+ ). Si è cosi proceduto alla determinazione dell’attività dell’enzima PLC in preparazioni di mantello e branchie di Mytilus galloprovincialis Lmk, trattati e non con questi metalli. Campioni di mitilo di lunghezza compresa tra 2 e 4 cm sono stati prelevati dal sito non inquinato con metalli pesanti (Forte dei Marmi). I mitili sono stati trasportati in taniche contenenti acqua di mare del luogo fino al laboratorio. I mitili sono stati immediatamente aperti e le branchie e i

Anteprima della Tesi di Nicola Zanella

Anteprima della tesi: Effetto in vitro dei metalli pesanti piombo e mercurio sull'attività dell'enzima fosfolipasi C nelle branchie e nel mantello del mollusco marino Mytilus galloprovincialis Lmk, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Nicola Zanella Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3233 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.