Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La disciplina delle professioni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Capitolo 1 PROFESSIONI: CARATTERI GENERALI. 1. Alla ricerca della nozione di professione. Nozione formale, sostanziale e costituzionale. Le posizioni della dottrina. L’esercizio di un’attività professionale costituisce esplicazione di un diritto costituzionalmente riconosciuto e tutelato quale è il diritto al lavoro, di cui all’ art. 4 co. 1 Cost 8 . Tale diritto si estrinseca nella libertà di scegliere un’attività lavorativa, con il conseguente divieto al legislatore di imporre limiti discriminatori a tale libertà o che direttamente o indirettamente la rinneghino, o che la affievoliscano gravemente o che addirittura la sopprimano 9 . Pertanto, salvi i suddetti vincoli, possono sicuramente imporsi con legge specifici limiti a tale diritto, purché razionalmente fondati e posti nell’interesse della collettività, a tutela di altri interessi ugualmente oggetto di protezione costituzionale. Così sono state riconosciute costituzionalmente legittime sia la prescrizione di particolari condizioni di accesso alle singole professioni, sia l’iscrizione necessaria in particolari albi o elenchi, sia l’appartenenza necessaria ad un ente pubblico professionale (Ordine o Collegio), fatta salva in ogni caso l’autonomia e l’indipendenza del singolo professionista 10 . Per quanto riguarda l’esercizio della professione, la Costituzione richiede all’ art. 33 co. 5 11 il superamento dell’esame di Stato, diretto ad accertare in via preventiva i requisiti di capacità tecnica e di preparazione necessari per il corretto esercizio della professione, presupposto necessario per l’iscrizione all’Albo professionale. A fronte di tali disposti sta tutta una legislazione che disciplina in termini diversificati il relativo esercizio, 8 BARTOLE S., Albi, ordini professionali e diritto al lavoro, in Giur. It., 1961, c. 941 ss. ; SPAGNUOLO V., VIGORITA e PALMA G., Professione e lavoro (libertà di), in Nss. D. I., XIV, ad vocem, Torino, Utet, 1967, pag. 17 ss. 9 C. Cost., 28 novembre-1986 n. 248, GiC, 1986, I, 2112. 10 CATELANI, Gli Ordini e Collegi professionali nel diritto pubblico, Milano, 1976, 89 ss., in Digesto delle discipline Pubblicistiche, vol. XII, voce professioni, 1 ss. 11 L’art. 33, comma 5 della Costituzione recita : «E’ prescritto un esame di Stato per l’ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l’abilitazione all’esercizio professionale»

Anteprima della Tesi di Francesca Sara

Anteprima della tesi: La disciplina delle professioni, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesca Sara Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5515 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.