Skip to content

L'epistolario di Caterina di Cristo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Secondo la testimonianza di una monaca che l’accompagnò in un ospedale, pare che Caterina operasse alcuni prodigi 11 . La malattia e la morte del suo direttore spirituale la fecero cadere ammalata, perciò Caterina andò a Monte Cavallo e qui soggiornò per un periodo imprecisato. Dopo qualche tempo si pone sotto l’obbedienza di un nuovo confessore, padre Domenico Ambrogio di Gesù Maria 12 . Dopo che il sacerdote appurò la sincerità dei sentimenti sulla vocazione religiosa, dovettero essere risolti alcuni ostacoli che impedivano l’entrata in convento. Primo fra tutti l’irrisolta situazione coniugale. Nel luglio del 1622 papa Gregorio XV, con un breve articolato in tre sezioni concedeva il divorzio 13 del matrimonio, stabiliva che i Della Rovere restituissero la dote 11 Il fatto è narrato in dettaglio da Biagio della Purificazione, che riporta la testimonianza messa per iscritto, per ordine del Generale dei Carmelitani scalzi, da suor Teresa di Gesù che fu testimone dell’evento, e datata 8 luglio 1668. La riporto: Al molto Reverendo Padre nostro Distintissimo il Padre Generale de Carmelitani Scalzi alla Scala. Molto Reverendo Padre Distintissimo. Prego Vostra Reverenza a scusarmi con la sua carità se ho tardato sin hora ad esseguire quanto Vostra reverenza m’impose di metter in scritto quello mi ricordassi della Marchese della Rovere; perche sono stata molto travagliata dalle mie indispositioni. Se mi servisse la memoria potrei notificare a Vostra Reverenza molt’atti eroici di virtù, che io stessa gl’ho veduti essercitare, solo di uno mi ricordo, del quale sono anco testimonio di vista. Soleva detta signora andare agl’hospedali molto spesso per visitare e servire l’inferme, alle quali lassava molt’elemosine, ed una volta in particolare andando all’hospedale di San Giacomo degl’Incurabili visitò una inferma e con gran fervore vi pose sopra il viso, e vi stette per buono spatio di tempo, dopo il quale s’alzoò con la faccia piena di quell’immonditie, e per quello si poteva conoscere haveva succhiata la piaga. Dopo il decorso d’un mese circa tornammo al medesimo hospedale, e domandando dell’inferma ci risposero i ministri che era guarita e già uscita dall’hospedale. Altre volte ha fatto simili cose di bagiare stomacose piaghe. Questo è quanto mi sovviene, vorrei in questa, et in molt’altre cose servire Vostra Reverenza quale prego molto delle sue sante orationi, acciò che Nostro Signore mi dia buona morte, mentre resto con farli humilissima reverenza, e pregalo della sua santa beneditione. Da questo Monasterio di santa Maria del Monte Carmelo li 8 luglio 1668. Di Vostra Reverenza Riverito Riverenda. Indegna figlia e serva Suor Teresa di Giesù Cfr Vita della venerabile Caterina di Cristo, op. cit. Libro I:X. 12 Padre Ambrogio era un Carmelitano scalzo del monastero di Santa Maria della Vittoria. Era un patrizio genovese della famiglia Spinola; di lui si fa cenno nella lettera 3. Fu il confessore di Caterina Cesi per diverso tempo e fu lui che provò con sagacia e con fare ardito la sincerità della vocazione di Caterina: ciò mise in grande imbarazzo l’intera famiglia Cesi. Cfr. BIAGIO della PURIFICAZIONE, op. cit. libro I:XIV. 13 È lo stesso Biagio della Purificazione ad usare l’espressione divorzio.
Anteprima della tesi: L'epistolario di Caterina di Cristo, Pagina 5

Preview dalla tesi:

L'epistolario di Caterina di Cristo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Di Giorgio
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Magistero
  Corso: Corso di perfezionamento in storia medievale
  Relatore: Elena Rotelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

carmelitane
suor caterina di cristo
vita monastica
storia del cristianesimo
epistolari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi