Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione e realizzazione applicazioni web e back office con la piattaforma Microsoft .NET

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

istruzioni di questo linguaggio, normalmente non vengono scritte dal programmatore, ma vengono compilate in Just in Time (JIT) durante la fase di esecuzione. Proprio per la scelta del JIT, per evitare carichi di lavoro, il codice viene compilato una volta sola, e quindi posto nella cache, dalla quale viene prelevato ad ogni sua invocazione. Nonostante la scelta della politica JIT per la compilazione sia onerosa dal punto di vista prestazionale, l’idea di compilare ciascuna porzione di codice una sola volta, fa sì che l’impatto del just in time sulle prestazioni, sia ridotto. Inoltre si è fatto in modo di rendere il compilatore JIT il più performante possibile, così che il codice compilato con JIT possa superare nelle prestazioni il codice ordinario; questo perché JIT ottimizza il codice nativo che genera, per il particolare processo host sul quale è in esecuzione. Il codice compilato da JIT non ha nulla a che vedere con il codice interpretato. A questo punto è lecito chiedersi quali siano i vantaggi derivanti dall’utilizzo di un modulo di gestione come CLR. La decisione di ricondurre tutte le istruzioni al linguaggio CIL, rende le applicazioni totalmente indipendenti dal linguaggio di programmazione, che dal punto di vista di .Net non è altro che uno strumento sintattico per produrre istruzioni CIL. Grazie a questa funzionalità è possibile creare delle classi in un dato linguaggio, e utilizzarle in un altro. Un indiscutibile vantaggio è quello che hanno i neofiti, nel senso che CLR controlla il codice prima di eseguirlo, il che impedisce, ai programmatori meno esperti, di fare danni. Proprio per questa verifica del codice, CLR impedisce la compilazione di codice che vuole danneggiare intenzionalmente l’host sul quale è in esecuzione. Sembrerebbe che tutte queste verifiche limitino enormemente la libertà del programmatore, che tuttavia può decidere di disattivare tale protezione, interpellando l’amministratore di sistema.

Anteprima della Tesi di Andrea Curti

Anteprima della tesi: Progettazione e realizzazione applicazioni web e back office con la piattaforma Microsoft .NET, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Andrea Curti Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2704 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.