Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Moda e caratterizzazioni nazionali: testi e variazioni. La costruzione identitaria

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Nel passaggio dalle strutture profonde a quelle della manifestazione, trova una collocazione fondamentale il concetto di enunciazione, che Greimas definisce come «una istanza linguistica, logicamente presupposta dall’esistenza stessa dell’enunciato […] che gioca il ruolo di istanza di mediazione e assicura la messa in enunciato-discorso delle virtualità della lingua. […] L’enunciazione andrà concepita […] come una istanza che promuove il passaggio tra la competenza e la performance (linguistica), tra le strutture semiotiche virtuali che avrà il compito di attualizzare e le strutture realizzate sotto forma di discorso» (Greimas – Courtés, 1979). Luogo di passaggio dalle strutture profonde virtuali alle strutture superficiali realizzate, l’enunciazione si configura in qualità di istanza di mediazione. Tuttavia, l’enunciazione non può essere conosciuta in sé, poiché la sua esistenza è testimoniata solamente dalle tracce che ne reca l’enunciato, di cui essa è presupposto irrinunciabile. «Di essa si dirà che è il luogo di un “io, qui e ora” sempre presupposto da qualunque produzione discorsiva e che, in quanto puro presupposto, risulta semioticamente vuoto, ma, in quanto di esso solo alcune tracce l’enunciato può conservare e in quanto solo parzialmente dall’enunciato può essere significato, costituisce un troppo pieno semantico inesauribile e in fondo inattingibile» (Marsciani – Zinna, 1991). Ma prima di proseguire sul tema dell’enunciazione, vogliamo approfondire la suddivisione instaurata dal percorso generativo, in modo da ricostruire per intero la stratificazione del testo individuata da Greimas e comprenderla nelle sue applicazioni analitiche. Il campo semiotico viene articolato secondo livelli di pertinenza. Questo permette di assegnare a qualsiasi effetto di senso, che possa rivelarsi nel corso dell’analisi, un suo spazio all’interno dello schema teorico generale, una posizione che ne rispecchi il valore rispetto agli altri elementi e la funzionalità. I livelli di pertinenza sono organizzati autonomamente, ma rispondono tutti ad una comune logica di presupposizione unilaterale; questo consente ad un

Anteprima della Tesi di Elisa Bianchini

Anteprima della tesi: Moda e caratterizzazioni nazionali: testi e variazioni. La costruzione identitaria, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elisa Bianchini Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4225 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.