Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie di classificazione automatica nella ricerca sociale: un'analisi delle risorse e dei vincoli

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 semplificazione indiretta dello spazio di attributi: il numero delle combinazioni diminuisce, ma esse assumono un significato più ampio. Consideriamo, per esempio, uno spazio d’attributi derivante dall’intersezione di due variabili: il titolo di studio (variabile categoriale ordinata) e il reddito mensile espresso in lire (variabile cardinale). Si può trasformare la prima variabile in una dicotomia distinguendo semplicemente fra diplomati e non diplomati, e rendere la variabile reddito mensile una categoriale ordinata (alto, medio, basso). Il risultato di questa operazione è una tipologia più semplice da gestire, sebbene si siano perse informazioni dettagliate. Nella ricostruzione di uno spazio d’attributi il punto di partenza è un tipo (o un insieme di tipi) definito dal ricercatore; con questa operazione si vuole individuare la struttura logica che lo sottende e la riduzione che lo ha generato. Dunque la ricostruzione è il tentativo di percorrere la strada al contrario; è un’operazione in cui ci si chiede: da quale spazio d’attributi deriva la tipologia in esame? Non si ha la pretesa di indovinare il processo percorso da chi ha proposto la tipologia, ma solo di individuare una delle combinazioni logiche che potrebbero aver generato quel risultato (Lazarsfeld, 1951). Uno dei più famosi tentativi di ricostruzione è stato compiuto da Parsons (1949) sulla tipologia del suicidio proposta da Durkheim (1897). Egli individuò due dimensioni sottostanti i diversi tipi di suicidio: la presenza/assenza di norme, e il contenuto delle stesse (individualistiche o collettivistiche). 5. LA CONTROVERSIA SULLA CLASSIFICAZIONE La sociologia ha dato molto spazio alla costruzione di tipologie, e tale argomento è stato una fonte di controversie. In questa sede non ci si propone di offrire una lista delle classificazioni avanzate dai diversi sociologi, poiché ne risulterebbe uno sterile elenco. Si riassumerà piuttosto il dibattito sulla natura delle classificazioni riportando le posizioni di chi, con maggior interesse, ha affrontato tale argomento.

Anteprima della Tesi di Chiara Brunelli

Anteprima della tesi: Strategie di classificazione automatica nella ricerca sociale: un'analisi delle risorse e dei vincoli, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Chiara Brunelli Contatta »

Composta da 217 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1007 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.