Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le barriere tecniche alla libera circolazione delle merci

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 A questo proliferare di norme e requisiti diversi si è accompagnata, sempre più spesso, la richiesta di dimostrarne il rispetto tramite ispezioni, prove o certificazioni indipendenti, da parte del Paese di importazione. Numerosi prodotti industriali - tra cui apparecchiature elettriche, prodotti farmaceutici, apparecchiature mediche e giocattoli - devono, infatti, essere sottoposti, prima della vendita (nel Paese di importazione), a ripetute o nuove prove e certificazioni, conformemente a requisiti nazionali diversi da nazione a nazione. In questi casi, le diverse norme tecniche, nonché il mancato riconoscimento dell’attività estera di certificazione e prova (all’origine), rappresentano, volontariamente o involontariamente, delle vere e proprie “barriere tecniche” (od “ostacoli tecnici”) al commercio internazionale. Più precisamente, si formano barriere tecniche quando gli operatori esteri devono adeguarsi alla normativa del Paese importatore per poter commercializzare le proprie merci. Parlando di normative tecniche la prima necessaria distinzione da fare - peraltro ripetuta da vari interlocutori internazionali, tra cui il Consiglio delle Comunità Europee e l’Organizzazione Mondiale del Commercio-WTO 3 - riguarda le norme e le regole tecniche. Le “norme” (o standard) sono regole volontarie, emanate da organismi privati ad hoc, quali ISO, CEN e UNI, mentre le “regole tecniche” sono norme inderogabili, emanate principalmente da organi pubblici (internazionali o interni). 3 Rispettivamente nella Direttiva 83/189/CEE e nell’Accordo sulle barriere tecniche dell’Uruguay Round.

Anteprima della Tesi di Gian Lorenzo Cosi

Anteprima della tesi: Le barriere tecniche alla libera circolazione delle merci, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gian Lorenzo Cosi Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5804 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.